HackNews.net
tecniche-meditazione-Jeffery-Martin-pace

Nononostante quello che le varie “correnti” tradizionali vogliono farci credere, NON esiste un solo tipo di meditazione che produce risultati per tutte le persone 
DOPO 18 SETTIMANE di Pratica INTENSA (1 ora e mezza al giorno) ho raccolto e creato 23 tecniche diverse di meditazione che ti porteranno a stati di pace mai provati.
Cerchi un metodo per ridurre lo stress della vita quotidiana?
In questo audiocorso troverai 23 Tecniche di Meditazione, molte derivate dal lavoro del Dott. Jeffrey Martin e altre create dallo zio Hack che ti porteranno ad avere più rilassamento, focus e energia.
Continua ora la lettura e scopri come Meditare in modo Semplice e Efficace.

HNA120 Gennaio 2020

23 Tecniche di Meditazione

Scopri Subito le 11 Meditazioni Gold Standard del Dott. Jeffery Martin, frutto delle sue interviste a oltre 1300 Illuminati, abilmente rivisitate dalla pratica di 18 settimane dello Zio Hack!

Inoltre, Imparerai le 12  Tecniche Meditative NUOVE da lui sviluppate durante questo periodo per aiutarti a Meditare Più Facilmente e Velocemente perché basate sul modo di Pensare Unico di Noi Italiani! 

Bibliografia

Dr Jeffrey A Martin – FindersCourse.com 2500 dollari

L01.2019 Rod Pennington & Jeffery A. Martin – The Gathering Darkness
Il seguito dell’ultimo libro (il 46esimo) che ho letto nel 2018. Un romanzo new age (anche se basato su ricerche neuroscientifiche) avventuroso un po’ in stile Dan Brown. Molto interessante.

L45.2018 Dr Jeffrey A Martin –  The God Formula: A simple scientifically proven blueprint that has transformed millions of lives (The Path of Freedom Series Book 1)
Se siete appassionati di manifesting dovete leggere questo libro,
Condensa un’ampia bibliografia in modo pragmatico
E con spunti interessanti

L19.2019 Rod Pennington, Jeffery A. Martin – What Ever Happened to Mr. MAJIC?
Ultimo romanzo dedicato alle ricerche neuroscientifiche sull’illuminazione. Divertentissimo anche se mancano i colpi di scena degli altri.

L21.2019 Jeffery Martin – The Finders
Le ricerche di un neuroscienziato che ha intervistato oltre 1200 persone illuminate ovvero che vivono in uno stato di benessere fondamentale
i.e. hanno spento il dialogo interno e vivono in uno stato di pace, gioia e amore che un po’ tutti cercano.
Una descrizione dettagliata di tutti gli aspetti psicologici di questi “Finders” e dei vari stadi di coscienza.
Purtroppo manca un’altrettanto dettagliata descrizione sul “come fare a” o meglio viene venduta a 2500 dollari.
Fortunatamente dei miei clienti sto facendo da anni il “reverse engineering” delle neuroscienze contemplative e quindi nei corsi avanzati di HNA De Luss
Spiego anche come fare in modi persino più semplici di quelli trovati dall’”accademico”.

L46.2018 Rod Pennington & Jeffery A. Martin – The Fourth Awakening
Come ultimo libro letto quest’anno sono stato “rapito” da un romanzo un po’ in stile Dan Brown che mi è piaciuto molto.
Anche perché dietro ci sono idee legate alla neuroscienze moderne,
Scritte in un modo avvincente.
Uno degli autori è laureato ad Harvard.

L20.2019 Jeffery Martin – How To Reach Fundamental Wellbeing
La parte pratica delle ricerche di Jeffery Martin. Ci ho fatto l’HNA DL

L02.2019  Rod Pennington & Jeffery A. Martin – The Fourth Awakening:Chronicles Book 1

L03.2019  Rod Pennington & Jeffery A. Martin – The Fourth Awakening:Chronicles Book 2

L04.2019 Rod Pennington & Jeffery A. Martin – The Fourth Awakening:Chronicles Book 3

L05.2019 Rod Pennington & Jeffery A. Martin – The Fourth Awakening:Chronicles Book 4
Di base il seguito del libro precedente, ma abbreviato in forma di storia breve.
In questa fase iniziano a “tipizzare” i risvegliati, ovvero a raccontare le varie categorie, sempre in modo romanzesco e avvincente.
Li ho letti tutti in blocco.

L11.2019 Rod Pennington – Indweller
L’ultimo libro (anche come cronologia) della produzione (fino ad oggi) di questo autore. Connette i suoi vari libri in un “mondo immaginario” molto interessante.

Daniel Kahneman – Pensieri lenti e veloci
Versione scientifica della stessa metafora

L06.2019 Rod Pennington – Family Reunion
Ho deciso di proseguire con tutta la produzione pubblica (è un ghost writer anche cinematografico) che mi sta piacendo molto.
Questo è in stile “dark badass comedy”. Molto divertente

L07.2019 Rod Pennington – Family Business (secondo)
Secondo capitolo della saga di una intrigante famiglia di assassini. Immensamente più divertente del primo.

L08.2019 Rod Pennington – Family Secrets (terzo)
Terzo capitolo della storia che vorrei non finisse mai. Mi sta veramente prendendo, avvincente, pieno di emozioni e intelligente.

L09.2019 Rod Pennington – Family Honor (quarto)
Quarto capitolo della saga che vorrei non finisse mai. Nel finale piangevo dal ridere. 

L10.2019 Rod Pennington – Family Debt (quinto)
Quinto e ultimo capitolo della saga della famiglia Charon. Anche se ho intuito il finale è sempre interessante, emozionante e a tratti geniale.

Mark Manson – Everything is F*cked: A Book About Hope
Cito questo libro per la metafora del cervello emotivo alla guida

Due consigli pratici e una Curiosità:

[sociallocker id=3590]

Una cosa interessante delle ricerche di Jeffery Martin è che non ha importanza se uno siede o meno. Ciò che conta è stare in una posizione rilassata e confortevole, comoda  senza dolore o distrazioni, ma ovviamente non ci si deve addormentare.

Il noting buddista significa etichettare l’esperienza. Fallo in modo molto semplice. Vedi quello che accade nel tuo campo di consapevolezza interiore in un certo momento. 

All’inizio, focalizzati sui suoni che senti, sulle sensazioni del corpo. Quello che è più dominante nella tua consapevolezza in questo momento lo noti, lo etichetti con una parola e poi attendi per vedere cosa appare. Quando l’hai etichettato, ti domandi di nuovo che cos’è più dominante nella tua coscienza ed aspetti. Può essere tutto molto dettagliato o meno, può essere lento o veloce.

Una curiosità:

Un aspetto importante è che la meditazione “vera” (che è diversa dalla “mindfullness” come sanno i miei clienti)  consiste davvero nel “quietare la mente”, ma le neuroscienze ci insegnano che esisteun ritmo standard di circa 90 secondi nel nostro cervello dettato da due sistemi (quello in cui ci focalizziamo su qualcosa SN Salience Network e il DMN Default Mode Network autoriflessivo) che ci “distrae” 😉

 [/sociallocker]

Fermati e cogli ADESSO l’Occasione di Entrare in HNA, l’Esclusivo MasterMind Group N.1 in Italia nel Benessere e Miglioramento Personale da oltre 10 anni!

Cosa aspetti ancora? Iscriviti ADESSO! 

Intro

Ciao a tutti amici di internet, sono lo zio Hack di www.migliorati.org e Hacknews.net (il mio blog). Grazie se mi stai seguendo sul mio canale YouTube, sul mio Podcast o su Instagram.

Siamo arrivati al 2020, a gennaio del 2020, questa è l’HNA120 (che non vuol dire che ne ho fatte 120, ne ho fatte molte di più, però poi a un certo punto ho deciso di iniziare a contarle e quindi da quando ho iniziato a contare siamo arrivati a 120). 
Sono 23 meditazioni, le ho chiamate così, ho già inciso una una parte di quelle mie preferite che sono 12 e poi ce n’erano due bonus che sono quelle create da me durante il processo del corso “Finders Course” di Jeffery Martin, un corso costoso ($2500) e impegnativo, in cui bisogna meditare per almeno un’ora e mezza al giorno per 18 / 20 settimane e poi si va avanti lo stesso, che ha promesso interessanti risultati.
Alla fine e io dopo questa pratica, non solo ne ho tratto delle considerazioni importanti che ho già condiviso la parte teorica nell’HNA119 di dicembre 2019, mese scorso, adesso siamo finalmente al momento della pratica quindi praticheremo in modo sistematico un numero molto elevato di meditazioni e adesso vi spiego il perché. 

Jeffery Martin è il fondatore della Trasformative Technology Conference, una conferenza dedicata a tutte le tecnologie emergenti quindi è anche un tecnologo e anche un docente, un professore universitario che insegna nella scuola di medicina nella sezione di Health and Human performance a Standford, dove insegna benessere. La sua ricerca è stata sulle  forme più elevate di benessere e in vari aspetti (è uno psicologo di Harvard), in modo scientifico su varie tradizioni delle meditazioni usando le tecniche tradizionali della psicologia con un ampio numero, non solo di meditatori ma in particolare di insegnanti di meditazioni.
Da questa analisi di tante, tante persone sono emerse delle considerazioni e dei risultati.  Perché quando vai a intervistare tutte queste persone parli con uno e dice: ”Mah, guarda, io ho provato la meditazione con il mantra e ho avuto dei risultati clamorosi e poi ho provato anche quella sul respiro però non mi ha fatto nulla…”, e un altro invece dice: ”No, guarda, io ho provato a scannerizzare il corpo e la scansione del corpo è favolosa, però respiro e mantra non mi hanno fatto niente…”, quindi non si capisce più un cavolo. 
Le grandi tradizioni dicono: ”Tu hai questa tecnica e procedi con questa e avrai sicuramente risultati perché la tecnica è questa”; invece le neuroscienze dicono una cosa radicalmente diversa, dicono di trovare la meditazione che funziona e che è adatta a te in questo momento. Questa è la cosa più importante, questi erano un po’ i concetti con altri dettagli ovviamente molto più pragmatici e specifici, che ho spiegato nella parte teorica.

Adesso siamo alla parte pratica, quindi facciamo una scansione sistematica delle meditazioni che nelle ricerche di Jeffery Martin sono emerse come quelle Gold Standard, come le chiama lui, quindi l’apice del risultato, l’apice di gente che non solo le ha trovate piacevoli, ma che ha scoperto proprio che con quella a un certo punto ha fatto una transizione in uno stadio di modo di pensare radicalmente diverso da quello che avevano prima. Il loro critico interiore, la vocina che li critica sempre, si è calmata gradualmente o drasticamente e ci sono stati altri cambiamenti che ho descritto la volta scorsa nel corso, nelle varie fasi. 
Normalmente succede che quando uno inizia una pratica meditativa c’è l’amico che dice: ”Guarda, vieni a questo corso, ho provato questa tecnica…” e mi ricordo quando è accaduto a me, mi pare nell’86-87 avevo iniziato col training autogeno, funzionava bene per me però con 20 minuti di pratica al giorno, di training autogeno con la cassetta di De Chirico ai tempi (penso sia ancora in giro magari ci sarà il CD, non so, magari qualcuno trova anche l’MP3), bella ma noiosa, cercavo qualcos’altro: ricordo che per sincronicità, come accadono sempre le cose, arriva un amico e mi dice: ”Guarda, ho provato questo corso, si chiama psicodinamica (ai tempi il metodo Silva non esisteva in Italia), c’è un rilassamento con i colori e non ti dico altro perché devi avere l’esperienza…”. Sono andato a questo corso e mi ha aperto accesso a nuove vie, a nuove cose  le altre sincronicità, ecc… 
A me è andata bene ad altri invece parlano con l’amico, vanno a questo corso di meditazione, entrano magari in questa “setta”, che non indico come un termine negativo perché ho fatto parte, faccio parte di varie “sette” nel senso che tutto quello che è una congrega, una comunità, una tribù, oggi che tutti “Community Community Community…” su internet, possiamo chiamare tranquillamente anche “setta” perché poi in realtà qualcuno usa dei veri e propri meccanismi psicologici, scientifici, ecc. per creare qualcosa che non è una comunità che ricerca ma è una comunità che è dipendente da un leader.
Se volete dettagli dei metodi che usano sono spiegati bene nel secondo libro di Mark Manson – Everything is F*cked che hanno tradotto in italiano, lo trovate sulla mia fanpage su Facebookzio Hack” o su Instagram e aggiungetemi, vedete i libri che leggo, quelli che voglio che voi sappiate che sono i libri che ho letto. 

Trovare un amico che ti consiglia un corso va bene se sei fortunato e quindi il discorso è: come influenziamo un po’ la nostra fortuna? Semplicemente prendiamo qualcuno che ha già fatto tutto il lavoro di ricerca, scansioniamo le tecniche più efficaci e troviamo quella che è giusta per te in questo momento.
A monte ci dovrebbe essere un lavoro personale di dire perché vuoi meditare ed è quello che dico sempre di fare ai miei clienti quando partono con noi: “Cosa vuoi avere? perché vuoi fare quella cosa e chi diventi facendo quella cosa?”, diventando un meditatore. Vuoi essere più rilassato, vuoi essere più focalizzato, vuoi essere più energizzato, vuoi lasciare andare delle cose interiori? 
Sono tutti processi che oggi i neuroscienziati cognitivi, abbiamo già fatto delle HNA, dei corsi sul lavoro di Jeff Tarrant che le ha catalogate e divise in cinque categorie, quindi perlomeno ci sono 5 obiettivi diversi per le meditazioni, quindi uno di essere più focalizzato, molto diverso da lasciare andare i propri pensieri, molto diverso come pratica da andare a fondo dentro sé stessi arrivando a “spegnere” addirittura (in un certo modo), ad avere il silenzio interiore nella mente (quella è la meditazione, non è magari come molti pensano però si può fare), ci sono meditazioni per avere il cuore più aperto, per essere più compassionevoli con gli altri e ci sono meditazioni per ogni cosa.

Quindi, il primo passo è definire perché, che cosa vuoi e secondo passo che è quello poi di questo corso, io ti guiderò attraverso un bel numero, più di una ventina di meditazioni diverse in due categorie, una quelle che Jeffery Martin che nella sua ricerca ha categorizzato come Gold Standard, in una sequenza specifica e l’altra sono quelle create da me, che secondo me saranno le più potenti, perché sono più adatte a noi italiani che abbiamo delle specifiche forme e modi di pensare (con buona pace della PNL e di Bandler che ha molti lavori visivi), in realtà noi italiani siamo molto più orientati al dialogo interno, ci parliamo nella testa e proviamo sensazioni.
Ci sono una categoria di pratiche che sono più adatti a chi pensa in quel modo, quindi molto probabilmente quelle create da me funzioneranno meglio di quelle come, vedremo un esperimento (non voglio influenzarti), me ne sono dovute creare perché le tecniche tradizionali che usavano non funzionavano così bene. 
In modo sistematico, passando appunto per il fatto di che cosa vuoi da tutto questo anche lasciandoti uno spazio di sorpresa, di scoprire qualcosa che non ti aspettavi, andremo attraverso questa tecnica, il tuo lavoro sarà di scegliere ogni volta il re o la regina delle tecniche, quella che funziona meglio per te in questo momento e tenerla. 

Alla fine il lavoro sarà di confrontare con quella che hai messo come top e dire: ”E’ meglio o peggio?” quindi ci sarà un pochino di pausa tra una pratica e l’altra e ti dirò di riflettere (o non te lo dirò), me lo dimenticherò sempre, sarà quindi il tuo lavoro riflettere.
Ovviamente, essendo registrate in MP3, potrai riascoltarle tutte le volte che vorrai e troverai la tua preferita, quella che ti porta più vicino ai risultati che vuoi e quando poi avrai questa tecnica, questo mix di tecniche, alla fine della sessione avrai tutti, tutti quelli che l’avranno fatta, avranno trovato quella che è più adatta a loro in questo momento, e non è poco.
Infatti, se tu fossi in una tradizione, ti farebbero fare praticamente 20-30 anni una cosa non adatta a te e non avresti risultati. Invece qui ti trovi la tua, in questo mix di tecniche e vai.

Io dico che ci sono varie metodologie di cambiamento personale, una delle più efficaci è di dedicare, qualcuno dice 1% della giornata, dicono 20 minuti (in realtà in percentuale sono 14,4 minuti) però diciamo, a me poi piace il numero 23, se in una giornata tu dedichi 23 minuti a tre cose

  1. una qualsiasi forma di apprendimento, quindi lettura, ascolto, non intrattenimento
  2. allenamento fisico, 23 minuti di allenamento fisico che ovviamente uno può anche espandere però se fatto bene sono sufficienti
  3. trascendere se stessi e quello universale di tutte le persone di successo ammesso ad oggi è la meditazione (tutti i grandi nomi praticano la meditazione) però è un settore dove pochi ci capiscono, la maggior parte non ci capisce un cavolo, se gli va bene trovano una tecnologia, un qualcosa che risuona con loro, la praticano e se gli va male trovano la cosa sbagliata e passano tutta la vita a fare un qualcosa che non è adatto a loro

La teoria finisce con questa introduzione, poi si fa e sono due lunghi MP3 di pratica in sequenza che uno può ascoltarsi anche mettendo in pausa facendo un pezzettino ogni giorno, se vuoi scoprire il metodo più adatto a te, questo è il corso più adatto a te e puoi averlo questo mese come corso singolo puoi averlo come arretrato se sei scritto a HNA oppure ti iscrivi e hai questo mese e di solito in omaggio c’è anche il mese precedente, perché mi piace l’idea che HNA sia un’Università di miglioramento personale.
Cosa vuol dire? Che in un’università non è che entri, ti fai una lezione e poi te ne vai perché hai imparato tutto. In un’università tu entri, fai la tua lezione, fai il tuo corso, poi quelli successivi, ecc. perché il risultato finale non arriva oggi, arriva dopo 4-5 anni e quindi bisogna mettersi lì a studiare, a far le cose.

Questo è tutto, ti faccio gli auguri per un 2020 meraviglioso che sia adatto a te, cerca i tuoi sistemi di miglioramento, oramai su internet c’è tanta, tanta roba anche gratuita e c’è anche tanta spazzatura e francamente è solo una questione di gusti personali, perché è proprio il tema principale di questo corso, trovare qualcosa di adatto al proprio gusto personale anche in virtù di quello che uno vuole ottenere, del proprio obiettivo e dietro ci sono ovviamente chi è come persona i propri valori, ecc. 

Un grosso abbraccio. Continua con il tuo miglioramento e alla prossima. 

Ciao dallo zio Hack di www.migliorati.org.

Cosa Scoprirai e Imparerai Rapidamente in Questo VideoCorso

  • Come Imparare a Meditare in un Modo che Funziona Davvero Per TE!
  • Il Frutto di una ricerca su oltre 1300 Illuminati per Insegnarti Quello che E’ davvero Importante nella Meditazione
  • Le 11 Meditazioni Guidate Gold Standard Sviluppate dal Dott. Jeffery Martin
  • Le 12 Tecniche Meditative Sviluppate dallo Zio Hack
  • L’Importanza della Meditazione e del PERCHE’ Vuoi Meditare (Quale Risultato Desideri?)
  • I Differenti Utilizzi della Meditazione: Rilassamento, Focalizzazione, Energia, Lasciare Andare quello che non vuoi, ecc.
  • Nascosto tra le righe (ma neanche tanto), il SEGRETO per un Cambiamento Personale Profondo, Duraturo ed Efficace 
  • … e molto altro ancora!

Obiettivo Principale di Questo AudioCorso:

Scopri Subito le 11 Meditazioni Gold Standard del Dott. Jeffery Martin, frutto delle sue ricerche su oltre 1300 Illuminati, abilmente rivisitate dalla pratica dello Zio Hack!

Inoltre, Imparerai le 12  Tecniche Meditative da lui sviluppate grazie alla sua esperienza trentennale per aiutarti a Meditare Più Facilmente e Velocemente di quanto tu possa minimamente immaginare, perché basate sul modo di Pensare di Noi Italiani!

Sei Serio Riguardo alla Tua Vita e il Tuo Benessere?

Perché questa potrebbe essere l’Ultima Occasione per entrare in HNA prima che possa “chiudere le porte”

Cosa Riceverai Subito:

  • 60 MINUTI di AUDIOcorso di meditazioni guidate registrato professionalmente
  • un dettagliatissimo Manuale in PDF

Se ti è piaciuto questo AudioCorso, ti interesserà sicuramente APPROFONDIRE ascoltando anche questi:

HNA 85 – Meditazione: Come Meditare Davvero 

HNA 107 – Novembre 2018 – Come essere Liberi e Felici

HNA 111 – NeuroMeditazioni 1: Concentrazione sul Respiro e Mindfulness 

Iscriviti Subito ad HNA e Godi di Tutti i Benefici delle 4 liste di discussione, Catalogo Segreto, Bonus per Clienti con uno Sconto Super!

Cosa aspetti ancora? Iscriviti ADESSO!

Ultima modifica:

Condividilo con i tuoi amici:


15 Responses to “23 Tecniche di Meditazione”

  • Alberto

    Ho apprezzato tantissimo le due HNA di quest’estate per il loro approccio scientifico alla meditazione; è stato molto interessante riprendere il discorso con un approccio prettamente pratico; soprattutto alla luce del fatto che non siamo tutti uguali e che può succedere di provare delle tecniche e non “sentirle proprie”, avere questa collezione è stata una bella sorpresa e sicuramente sarà utilissima per mettere a punto la mia pratica quotidiana.

  • Marcello

    Con questa serie di pratiche ho portato gradualmente la mia pratica meditativa da 10 min a 18 minuti al momento. Ho provato quelle proposte da Martin come gold standard notando che in diverse raggiungevo una maggiore attenzione e concentrazione. Poi invece quando ho provato le varianti dello zio hack ho raggiunto molto meglio lo stato di calma che cercavo e settavo come ricerca all’inizio della pratica. In particolare, il tempo mi vola in un attimo. Un altro risultato che ho ottenuto è ricordare in automatico durante la giornata con i vari picchi e trigger di stress, fasi della meditazione e quindi lasciare andare e godermi lo stato il più possibile. Un’HNA ottimo compendio alla parte teorica del mese precedente. Grazie zio Hack. Espanderò pian piano la mia pratica tenendo d’occhio i risultati ricevuti.

  • Gabriele

    Ennesima HNA fondamentale, che passa in rassegna le tecniche di meditazione più all’avanguardia. Da ascoltare con cura perché il materiale come sempre è denso ma pratico. Inutile dire che la qualità è sempre alta e il materiale in linea con le ricerche costanti dello Zio. Consigliato, come sempre

  • Giuliano

    HNA davvero molto utile, con tecniche di meditazione innovative. Ho imparato qualcosa di nuovo anche sulle tecniche più note, come quelle sul respiro, con numerose varianti su misura per ogni singolo individuo. Sono inclusi numerosi suggerimenti per personalizzare le tecniche e renderle ancora più efficaci.

  • Manuel

    HNA molto pratica con tanti esercizi da fare per trovare quello o quelli più adatti alle proprie esigenze. In questo corso viene spiegata l’esatta procedura, ovvero definire quello ce si vuole e scegliere, di volta involta, la tecnica più adatta e per quanto tempo vada utilizzata. Si può scegliere di volta in volta il proprio percorso di miglioramento personale e/o spirituale (se lo si vuole). Consigliatissima a tutti e tutte.

  • Andrea

    Ho finito ora di leggere l’Hna di questo mese sulle meditazioni.
    Ma c’è materiale per fare pratica per una vita intera!!! Sia per principianti che per iniziati!! Ottimo lavoro Francesco: hai scandagliato la gran parte delle tecniche meditative più importanti. Complimenti

  • Marco

    Fantastica HNA molto pratica e piena di esercizi e spunti per moltissime varianti; é il completamento di quella precedente più teorica ma comunque necessaria.

  • Aldo

    In questa HNA trovi la Tua tecnica di meditazione. FANTASTICA.

  • Felice (Bari)

    Vista la natura estremamente condensata di questa HNA, consiglio di installare sullo smartphone TAOMIX 2, una app che permette di registrare un breve audio (in cui ti dai una linea guida sull’intenzione di meditazione) e di riascoltarlo a intervalli regolabili grazie alla possibilità di modulare la velocità di scorrimento di un piccolo cursore.
    È anche fornita di un timer e permette di arricchire l’ambiente sonoro con suoni gradevoli che aiutano a mantenere lo stato di calma focalizzata. Funziona anche in contemporanea a una app tipo vlc ma non è possibile modulare i volumi delle due app. Questo può aiutare ad arrivare a praticare per tempi più lunghi se non si è abituati. Piccolo trucco ulteriore rubato a deluxe a cui partecipo da questo mese (spero di rimanerci a lungo e che lo zio non mi sgridi 😊) meditare dopo una breve corsetta è una figata perchè amplifica la autoconsapevolezza del proprio corpo. Il corso completo di Martin è molto sistematico e conoscerlo è un aiuto a fare meglio le pratiche; anche per uno che abbia già una notevole esperienza, porta il vantaggio di riuscire a capire quando svincolarsi intelligentemente dalle forme tradizionali e diventare fluidi nel fare ciò che serve di volta in volta; comunque se mediti da trent’anni ed hai avuto la fortuna di incontrare il maestro giusto nel momento giusto, potresti non notare un miglioramento.
    Chiudo dicendo che, personalmente, tendo a separare il concetto di preghiera da quello di meditazione, ma le due cose possono convivere, e chiedere di essere guidati a fare il bene è certamente la forma più alta di preghiera insieme alla preghiera di ringraziamento; poi se uno si accorge di avere bisogni più basilari perchè no? Sarà infantile ma non è insensato. Grazie zio, ormai mi sono stancato di sottolineare che ogni mese ci offri un’occasione di stare alla frontiera.

  • Michele

    Questa hna mi è piaciuta. Semplice e facile da seguire oltre che essere molto utile per chiunque voglia stare meglio. Consiglio di ascoltarla dopo aver ascoltato hna119.

  • Roberto

    HNA molto importante sul tema dell’illuminazione dell’essere umano, suddivisa in 2 sequenze di pratiche meditative testate con successo da tempo: la prima del Dr. Jeffrey Martin e la seconda è quella personalizzata (e personalizzabile) dello Zio, secondo la sua grande esperienza in questo campo.
    Da provare…

  • FABIO

    HNA 100% pratica e con esercizi di meditazione strepitosi
    Si parte dagli 11 esercizi del Dr. Jeffrey Martin iniziando dal respiro e, passo dopo passo, si passa ad esercizi più strutturati
    Per proseguire con i 12 esercizi ideati direttamente da zio Hack
    Senza tuttavia dimenticare la solida base costituita da allenamento fisico, meditazione, studio (e/o lettura di libri di ottima qualità)
    Senza queste 3 micro abitudini di base infatti, la sola meditazione non può essere sufficiente per stare veramente bene con se stessi (livello di felicità, illuminazione e centratura)

  • Bernardo

    Ho praticato diverse meditazioni di questa HNA e quelle che mi hanno dato risultati sono le tre sul respiro:contare i respiri,sentire le sensazioni dell’aria che entra ed esce,il mantra in inspiro ed espiro.Anche la meditazione sulla concentrazione su un punto del corpo per me è stata molto efficace.Per ora la pratica è solida sui dieci minuti ed ho notato un aumento della presenza e della concentrazione.Non riesco nemmeno a immaginarmi i risultati enormi che si possono avere aumentando gradualmente i minuti di pratica.

  • Giorgio Boccia

    Io vedo queste sequenze di menditazioni, la prima suggerita dal Dott. Jeffrey Martin, la seconda dallo Zio, come un utile cassetto degli atrezzi, da poter y dover provare su sé stessi. Sono tutte tecniche Gold Standard, dunque studiate e riconosciute come efficaci. Per quello che mi riguarda, ho provato entrambe le sequenze e devo dire che in questo momento, ma non è detto che sia per sempre, mi risulta più efficace la sequenza dello Zio. Non lo dico per servilismo, il fatto è che tecniche come immaginare un anello o un gel che percorre il tuo corpo, per me che ho sviluppato particolarmente il canale cenestesico, funziona di più. E trovo anche molto profonda la tecnica del rilassamento di tutto il sistema fonatorio, non solo della lingua come si fa tradizionalmente. Viene voglia di saperne di più, di provare di più e trovare davvero la sequenza giusta per sé stessi in quel particolare momento della vita. Grazie Zio.

  • Gianpaolo

    Questa HNA è il completamento di quella precedente con il dettaglio delle meditazioni da provare. Il ventaglio è davvero molto ampio e, tenendo conto delle varianti, ipoteticamente infinito. Si parte con quelle classiche basate sul respiro e poi si passa alle sensazioni e si arriva fino al vuoto. L’importante è trovare le proprie e, come invita a fare lo Zio, addirittura ad inventare le proprie. L’impegno richiesto è abbastanza grande, ma la promessa dell’illuminazione credo che sia molto molto di più dello sforzo iniziale che in fondo è di qualche mese.

E tu cosa ne pensi?