HackNews.net

Questo mese parliamo di un argomento molto controverso, delicato più della religione oramai, di cui si parlato molto online (e non sempre in modo competente) e di cui ci sono molte correnti di pensiero contrastanti: Come Allenarsi con metodi scientificamente verificati (e senza farsi male).
Vi sarà sicuramente capitato di fare diversi sport o di andare in palestra, ma di non sapere come allenarvi e che esercizi fare senza una guida esterna.
In questo Audiocorso spiego come cominciare, o migliorare se siete già dei professionisti, il vostro allenamento funzionale moderno, anche nella propria casa.
In questo periodo difficile è indispensabile muoversi e allenarsi perché purtroppo l’immobilità uccide (o quantomeno produce danni seri)
Scopri ora come migliorare rapidamente la tua cognizione e il tuo umore e nel tempo anche la funzionalità del tuo corpo fisico con questo corso incentrato su consigli pratici e subito applicabili, per migliorare sempre di più la tua vita e te stesso in tutti gli aspetti non solo importanti, ma, in questo specifico caso, ESSENZIALI.

HNA 124 Maggio 2020

BioHacking dell’Allenamento Scientifico, Come Fare Crossfit Senza Farsi Male

Scopri Subito, in questa HNA più Pragmatica che mai, Tutti i Segreti per Allenarti (anche da casa!) e Produrre i Migliori Risultati a Livello di Benessere Fisico, Salute, Longevità, Estetica e Funzionalità!

La Naturale Evoluzione dell’HNA95 sull’Allenamento che NON devi Assolutamente Perdere se ci tieni davvero a Mantenere il TUO Corpo e la Tua Mente in uno Stato di Salute Ottimale!

Fermati e cogli ADESSO l’Occasione di Entrare in HNA, l’Esclusivo MasterMind Group N.1 in Italia nel Benessere e Miglioramento Personale da oltre 10 anni!

Cosa aspetti ancora? Iscriviti ADESSO!

Bibliografia

[sociallocker id=3590]

Greg Glassman

Ben Bergeron

Ben Dziwulski

Jocko Willink

Coach Sommers

Paul Wade

Mark Rippetoe 

Manuale ufficiale Crossfit in Italiano

[/sociallocker]

Due consigli pratici e una Curiosità:

[sociallocker id=3590]

Ogni mese fai del tuo meglio per sperimentare un nuovo sport.
Il crossfit costruisce una base atletica partendo da progressioni di esercizi e abilità che possono poi diventare specifiche nello sport che preferite.

Ho ripreso a fare crossfit quando 4 anni fa ho iniziato ad avere mal di schiena. Ho provato vari tipi di stretching ma non ha funzionato niente fino al giorno in cui ho iniziato ad allenare gli addominali.

Una curiosità:

La forma perfetta del movimento non è solo molto importante è ESSENZIALE. Se non hai fatto perfettamente un movimento, soprattutto se usi un carico, non aggiungere peso. Nella ginnastica ci sono delle progressioni.
Prendiamo la flessione delle braccia, ad esempio. Puoi partire da quella appoggiata al muro perché questo tipo di allenamento è infinitamente scalabile (in alto e in basso), poi passi a quella sulle ginocchia e poi a quella tradizionale. Se non hai la flessione sulle ginocchia perfetta, non passare a quella normale. Questa è una delle mie “
regole” nell’allenamento.

 [/sociallocker]

Intro

Ciao a tutti amici di internet, sono lo zio Hack di www.migliorati.org e Hacknews.net (il mio blog). Grazie se mi stai seguendo sul mio canale YouTube, sul mio Podcast o su Instagram.

In questo periodo, quello che sembrava triviale, sta diventando vitale: avevo programmato una serie di aggiornamenti del mio lavoro con correzioni, bug, che possono esserci in qualsiasi tipo di ricerca indipendente, che ha una minima pretesa di essere “scientifico” deve per forza aggiornarsi periodicamente in base alle ricerche e meta-analisi.

Il mio lavoro vuole essere primariamente pragmatico, ovvero un qualcosa da cui uno trova una, due, tre, quattro idee da sperimentare durante il mese e vedere come va; se poi uno ci fa anche sapere com’è andata, abbiamo un campione più ampio di gente che ha fatto degli esperimenti personali.

Comunque, come dicevo, facciamo del 2020 un anno di aggiornamenti che, purtroppo, sembrano essere diventati molto  importanti per le persone nel loro stile di vita.

Vi invito ad ascoltare sul mio blog (cercate su Google “Zio Hack Blog” o andate su www.migliorati.org, cliccate su “blog”), una live con Gennaro Romagnoli e anche un mini-corso gratuito su come prosperare in tempi di crisi, che più che altro parla della gestione dello stress della situazione; non è per niente esaustivo però spero appunto che vi dia quelle una, due, tre, quattro idee che potete applicare.

Quello è il concetto che ci deve essere dietro qualsiasi apprendimento che volete fare e anche in questa introduzione, spero di darvi qualche idea che potete applicare subito.

La stanza più importante di casa mia non è più la biblioteca, anzi, sto pensando di chiuderla, cambiarla, ma sono le palestre, dico “le” perché ne ho più o meno una per ogni casa, le ho sviluppate, dalla prima, l’ho costruita tanti anni fa quando ho iniziato ad appassionarmi all’allenamento funzionale e costantemente variato.

Questo è altrimenti noto col nome commerciale che ho scelto io (in realtà ce ne sono tanti tipi, io ne ho scelto uno è che è un nome commerciale un marchio di fabbrica non sono affiliato con loro in nessun modo non sono certificato da loro, però uso i loro allenamenti che hanno dei nomi che anche quelli sono copyright, hanno registrato tutto), si chiama “CrossFit” e quando dici quella parola ci sono subito due razioni:

Una reazione è quella entusiasta, è quella del culto; ”Oh,, si, vado in palestra, CrossFit…”;  l’altra è quella: ”No, per carità, ho provato una palestra, CrossFit è un culto, non mi interessa…”. Ecco, secondo me nessuna delle due è corretta e l’approccio che vorrei adottare in questo corso è di esaminare il fatto che, soprattutto in questi momenti in cui siamo chiusi in casa, ci dobbiamo muovere in un certo modo, e quindi è utile per quello che viene comunemente chiamato “allenarsi”.

Muoversi basta, però fino a un certo punto, nel senso che se uno si va a fare la camminatina, non allena completamente tutte le funzionalità del corpo umano, che poi vedremo, ma poi soprattutto, un allenamento funzionale costantemente variato, ha un effetto immediato, subito nelle 48 ore successive, che non è su quello che la gente pensa (quindi sui parametri di funzionalità Fitness, longevità, salute, estetica dimagrimento, quello che uno vuole come obiettivo e sul dimagrimento di cui ho parlato il mese scorso, più che altro sull’alimentazione, correggendo alcune cose che avevo detto in passato), ma il punto è che, dove si va ad agire immediatamente con un allenamento, e poi vedremo perché ho scelto questo “culto”, ho scelto questo culto per vari parametri, ve li dico poi alla fine.

L’effetto è quasi immediato su due cose: sull’umore, è come prendere un antidepressivo e un rilassante / ansiolitico insieme. E’ come se vi dicessero: “C’è una pastiglia, due pastiglie, un antidepressivo e un  rilassante, le prendi e stai meglio e non solo, ma anche ti fanno diventare più intelligente un effetto sulla cognizione, immediato nelle 48 ore successive”, quindi noi ci alleniamo per sentirci meglio e per, temporaneamente, avere un “Boost di intelligenza.

Qui, se volete, andate a vedere la scienza, ci sono una marea di ricerche sul famoso BDNF, Brain Derived Neurotrophic Factor, che è un fattore di crescita cerebrale, una volta si credeva che i neuroni erano contati e morivano, oggi si sa invece che si può avere uno sviluppo cerebrale.

Quindi se vogliamo sentirci meglio, pensare meglio, dobbiamo allenarci, però ci sono vari modi per farlo e attenzione, basta muoversi, basta allenarsi, sono tutti validi ma non sono tutti scientificamente solidi e non sono tutti efficaci in vari modi.

Uno può anche fare il fai da te, una volta che ha chiari certi concetti, sia ben chiaro, e tanti tanti tanti autori ci hanno provato, ci hanno provato ad esempio Ben Greenfield nel suo corso “Longevity”,  adesso ho appena finito di lggere il suo ultimo libro Boundless, che lo conto come un libro ovviamente, però ci vuole più di un mese per leggerlo, sono 1200 pagine sul mio iPad. Anche lui dice di non leggerlo tutto dall’inizio alla fine, io lo leggo perché parto proprio dal principio che sto esponendo, che poi traggo delle idee, 1 / 2 / 3 / 4, magari su 1200 pagine ne traggo 10 / 20 cose nuove, e poi le provo e li integro piano piano, facendo la mia cascata di come ho sviluppato le cose, con alcuni clienti finché arriva l’HNA e  magari di qualcuno ne parlo, in corsi pubblici.

Quindi, avere per me una palestra in casa è di importanza fondamentale. In realtà la prima ce l’ho dal 2005. Debbo aggiungere che sono arrivato a questo momento un po’ per destino che mi ha preparato a periodi di reclusione (in cui ho assistito personalmente mia madre per 4 anni), un po’ per il fatto che c’è, Tim Ferris, il famoso blogger ha reso popolare il concetto di “Fear setting”, cioè di prendere tutti gli scenari della nostra vita che ci fanno paura e prepararci ad essi. Ma attenzione, l’ha reso popolare, ma il concetto è vecchio come quello che mi insegnavano al liceo in latino, la “premeditatio malorum”, che vuol dire fondamentalmente quel concetto nasce, fa parte della filosofia antica, è presente nello stoicismo, è uno dei tanti concetti, poi sentitevi appunto le presentazioni gratuite che sono sul blog, sul mio canale YouTube e la fanpage Facebook ZioH.it.

Ecco, comunque quello che conta è che spero proprio che la maggior parte dei miei clienti abbia ricevuto in questi anni una preparazione per momenti  difficili come questo che gli ha fatto costruire delle riserve di benessere, di salute e (spero abbiamo seguito le raccomandazioni), abbiano anche quelle finanziarie. E francamente anche quelle alimentari.

Adesso vediamo come allenarsi in modo scientifico e, imparare a vivere, vorrei dire anche un’altra cosa visto che ho citato la filosofia stoica, imparare a vivere un po’ più stoicamente, non vuol dire essere minimalisti per forza, perché io non faccio parte, il mio lavoro non fa parte di quella filosofia. Io sono massimalista, ma solo sulle cose che sono importanti per me. Quindi, anche se ho la palestra, adesso sto lavorando nel riconvertire un’altra stanza e nel fare un altro luogo, visto che queste stanze dove mi alleno sono molto piccole, una è nella cantina, che è piccolina e un altro è un angolo del garage che mi permette di fare poi gli allenamenti che richiedono una combinazione di pesi e corsa. Poi nel corso parliamo dei dettagli. 

Ribadisco il fatto appunto, ho già fatto in passato, nel 2017 un corso sul BioHacking del movimento, per me il CrossFit non è una cosa nuova, perché appunto la prima palestra di CrossFit in casa, la mia garage Gym, quindi convertire un angolo appunto del garage che è la prima palestra, in un angolo con bilanciere, pesi, eccetera, gli attrezzi necessari per fare un allenamento di CrossFit completo (che sono allenamenti presenti sul loro sito e gratuiti), però attenzione, poi nel corso commerciale vi farò delle note specifiche: non andate a prendere quegli allenamenti e farli subito senza una preparazione perché vi fate male!

Quindi, è proprio questa l’idea di questo corso, di come prendere un principiante e introdurlo a questa metodica di allenamento. Ecco, io ho già fatto l’HNA95, nel dicembre 2017 che volendo, a disposizione come arretrato da acquistare (preciso per tutti gli iscritti, quando uno si iscrive dò il corso del mese, lascio un mese arretrato, ci sono dei bonus), ci sono dietro vent’anni di studio e pratica. Non tutto quello che circola, secondo me è valido, per cui vendo solo i corsi validi. 

Quest’anno in tutte le varie aree voglio aggiornare e, francamente a questo punto, preparare i miei clienti il più possibile da adesso in poi per il mondo che penso stia per arrivare e francamente che devo anch’io vedere com’è, quando finirà questo periodo. Ribadisco il fatto che questo tipo di allenamento serve prima di tutto per sentirsi bene, quindi per alleviare lo stress e per capire, comprendere, migliorare la propria intelligenza quindi migliorare un’altra delle funzioni fondamentali che tutti dovrebbero fare che è quella di studiare, apprendere, eccetera. Poi, a lungo termine lavora sulla funzionalità. Che cosa vuol dire funzionalità? Ecco, mettetela così, come la presentava il creatore del CrossFit, Greg Glassman: lui diceva “Voi avete 100 anni, state andando a prendere i soldi, si avvicinano dei giovani e voi avete tutta l’energia, tutta la forza per scappare via se cercano di assalirvi, lottare o fare quello che volete”.

Tutti si immaginano dietro al concetto di funzionalità e longevità, che dagli 80 anni in poi sei decrepito con qualcuno che ti pulisce il sedere, invece il concetto di funzionalità è proprio che tu arrivi fino a, diciamo 149 anni, per fare un esempio lungo che fanno molto altri BioHacker per creare quelle cazzatine che non servono a niente, sentite il mio corso sulla piramide del Benessere, se non avete messo le basi, lasciate perdere mettere il burro nel caffè: è una cagata (letteralmente ;-)). Ecco, buona parte di queste idee, supplementi, cose del BioHacking, non servono a niente se non mettete prima delle solide basi. Le basi sono: gestione dello stress, sonno, movimento, alimentazione e infine potete anche aggiungere l’”aiutino tecnologico”, la “pastiglietta”, ecc., ma la maggior parte di esse, aggiungo, sono cagate pazzesche, che danno risultati inferiori all’1% con costi alti e sono solo il risultato di un forte marketing… 

Comunque, il punto è che la longevità, la funzionalità non è come tutti la immaginano, è proprio una espansione della zona da cui uno è in grado di prendere cose dallo scaffale, adesso vi ho fatto l’esempio estremo del bancomat, di andare a casa dalla propria donna, essere in grado di “funzionare”, e tante altre cose, prendere le cose dall’alto dello scaffale, ecco, questi tipi di allenamenti si trasferiscono ai movimenti base che sono anche alzarsi dalla poltrona. Il concetto importante per voi della parte gratuita se non siete iscritti, è proprio quello di alzare il culo dalla poltrona, qualsiasi cosa facciate e vi piace, e anche se non vi piace, qualsiasi cosa facciate, va bene. 

Ecco, e poi per gli iscritti, ecco HNA, la mia  “Università del miglioramento personale”, è il gruppo online, a pagamento, più antico in Italia; non solo, ma sentivo su Google News che il primo Podcast è stato in Messico nel ’99, ma noi già nel 1998 mettevamo gli MP3 online. Poi potrebbe essere che siamo tra i primi a fare Podcast, anche se francamente c’era anche altra gente, non è che l’ho inventato io. Comunque HNA è sicuramente tra i primi Podcast commerciali in Italia. Ed è anche quello che è sopravvissuto, ha iniziato nel novembre del 2007 e sta andando avanti, sta andando bene, e si tratta di un corso audio completo, con manuale, e da un po’ di tempo anche con una pagina, un “one pager”, in cui ci sono le informazioni condensate. 

I vari argomenti sono “strutturati” ma sono anche presentati in un modo colloquiale, simile a quello con cui uno parla con gli amici e anche saltando da un punto all’altro, primariamente perché soffro di deficit d’attenzione 😉  ma a parte quello, perché è così che parliamo ed è decisamente più interessante. 

Le aree della nutrizione/ alimentazione e movimento/allenamento sono diventate oggi una sorta di “nuove religioni”, quindi molta gente si sente “esperta”. Però (se mantiene la mente aperta) nessuno, nemmeno un atleta professionista, potrà dire onestamente di non aver trovato tre, quattro idee da applicare subito con esperimenti personali  in questo corso

Se così fosse e uno ha da dire, ho sempre detto ed è una cosa, ho notato che spaventa molto le persone, quando ad esempio li do il primo corso, che riceve anche chi si iscrive ad HNA, che è un corso con idee di rilassamenti, io dico “Fai quelli che vuoi, quelli che ti piacciono di più, una, due tre, volte al giorno, queste sono le istruzioni, fai quelli  che vuoi”. La libertà spaventa molte persone, la libertà di dirgli, quando dici a qualcuno, la libertà anche relazionale, di dire: ”Guarda, la porta è aperta, per entrambi, in entrata e in uscita”, quindi tu puoi dire che quello non fa per me, me ne vado, anch’io devo poter dire però che questa persona non è adatta, se ne deve andare, non tanto nell’interesse mio, ma anche mio, ci mancherebbe, ma soprattutto di quello del gruppo e non c’è niente di male. Sicuramente ci sono posti e luoghi adatti a certe persone, in base al quoziente intellettivo, cultura e anche gusti emotivi, nel senso che se uno preferisce più fuoco, più scontri e più polemiche, magari ci sono dei posti più adatti a lui, questo per chiarire. 

Detto questo, perché tanti anni fa ho scelto il CrossFit? Perché l’ho lasciato? e perché ci torniamo? E cosa è cambiato poi lo dico nel corso. Ma perché il concetto dietro al CrossFit, che è in atto come una combinazione in circuiti di ginnastica (calisthenics), pesistica ed esercizi monostrutturali. I monostrutturali sono corsa, nuoto, ciclismo. Queste pratiche però sono fatti in un modo diverso, con dei concetti diversi. E’ stato subito adottato, nella sua nascita, (nasce quasi per gli atleti estremi, per i militari, i Seal sono dei corpi speciali americani, i pompieri). Come dicevo l’hanno adottato, le forze dell’ordine. In Italia, quando ho iniziato io era totalmente sconosciuto, anche dopo 10 anni che avevo iniziato, sono andato a provare un corso di ginnastica che nella sua base era troppo avanzato per me, il “flic flac”, cioè si scaldavano facendo una roba tipo piedi, mani, piedi, saltando in avanti, ecco, io alla prima capriola in avanti, mi sono slogato il collo, mi hanno messo in un angolo con il materassino, e questo mi ricordava molto la mia infanzia, non sono mai stato il più atletico del pianeta, ma devo dire che oggi, dopo che ho ripreso, e sono più di due anni di pratica di CrossFit, sia ben chiaro, poi spiego i dettagli insomma, un livello principiante, però sono diventato online, dove gareggio, il primo tra i principianti, spesso sono quello che vince la garetta online.

La cosa importante, al di là del fatto che, il CrossFit, ecco, qui c’è un errore importante, è uno sport, è anche uno sport, non è solo un sistema di allenamento e purtroppo tutti confondono lo sport con sistema d’allenamento, che sono due cose totalmente diverse. Soprattutto adesso è cambiato qualcosa nel sistema. All’inizio volevano provare che era un sistema d’allenamento superiore. Oggi si rivolgono, finalmente, alla gente come una forma di allenamento riorientato pesantemente alla salute (anche se gli allenamenti sul sito sono ancora quelli per atleti, diciamo vicini all’”élite” del fitness). Però una componente, la componente di sport e di gioco, di “gamification”, è quella che me lo rende piacevole. Mi piace per quello, a una componente di gioco e una componente di gara, una componente a punti. Ma soprattutto c’è una componente di variabilità. Oltre al fatto che l’aspetto importante è la funzionalità, quindi un certo tipo di movimenti, che migliorano le funzioni.

Non è perfetto, non è, sicuramente il futuro ci potrà essere molto meglio: volete che vi dico cosa è meglio? Di solito dico questa cosa nei corsi, però molto meglio sarebbe un’app con intelligenza artificiale, quindi con degli algoritmi di “machine learning”, in cui tu imposti il tuo obiettivo, perché tu vuoi dire: “va be’, io voglio massimizzare invece la mia estetica e quindi la simmetria, Un’altro invece  vuole massimizzare il dimagrimento”, metti dei punteggi e ti da l’allenamento personalizza.
Il CrossFit ha un 10 in umore e condizione, un 10 in funzionalità, se fatto bene, ha un 10 in fitness, definita come capacità di lavoro (dove lavoro è proprio quello che si studia a scuola in fisica), su ampio spettro di domini temporali, ora non ho tempo di spiegarlo ma lo troverete nel corso e gratis nella bibliografia, che è il manuale in italiano ufficiale del CrossFit, che penso sia uno dei migliori libri sull’allenamento scientifico che potete leggere e potete non essere d’accordo con tutto quello che leggete, non dovete essere necessariamente d’accordo su tutto, basta che vi dia delle belle idee. 

Questo è un concetto da ribadire se no sembra che sia totalmente allineato con le idee del CrossFit e non lo sono. Però ne ho tratto tanti benefici e li voglio divulgare. 
Sulla longevità un 9, sulla salute un 8, come punteggio generale del CrossFit, sull’estetica un 7, ma anche un 6 perché per qualcuno è un discorso complicato, e sul dimagrimento, l’ho spiegato l’altra volta, è un 2, cioè non potete fare solo quello per dimagrire dovete controllare l’alimentazione.

Quindi, avendo chiarito questi score, se uno in futuro avesse un’app in cui tu imposti il tuo obiettivo, chiaramente ti dà un allenamento funzionale ogni giorno diverso in base a quello che vuoi, non solo , ma con la videocomera ti corregge i movimenti come potrebbe fare un buon coach e fa tante altre cose; l’app diventa il tuo coach virtuale migliore di qualsiasi coach umano vivente, senza intelligenza artificiale, e programmata bene, con esempi validi, ecc. perché come sapete che l’intelligenza artificiale e il machine learning funziona con un buon set di dati e un buon set di esempi corretti, anche scorretti, eccetera. 

Ecco, comunque il concetto che c’è dietro il CrossFit, oggi, è quanto mai attuale, cioè non è solo il concetto di allenamento scientifico, ripeto, tanti altri lo hanno fatto; il problema è che poi diventano dei sistemi complicati di cui tu devi tenere traccia di quello che devi fare e quando. Ecco perché ho scelto questo sistema. Perché altrimenti tu devi sapere che, non so, devi fare degli allenamenti di forza, una, due volte a settimana, faccio un esempio, e degli allenamenti monostrutturali su un dominio temporale più lungo una volta ogni 15 giorni, o più, insomma in base alle ricerche attuali servono degli allenamenti tipo ad alta intensità, tipo Tabata ogni tot, tanto per fare un esempio. Diventa complicato tenere traccia di tutto, e soprattutto, poi vedremo perché, ci sono dei problemi dietro, se uno si fa da coach da solo, e quindi ci sono delle buone ragioni per non farlo e fare qualcos’altro. 

La cosa importante soprattutto, oltre ad aumentare la funzionalità del corpo, è uno dei motti del Crossfit: “Prepararsi che uno dei motti del CrossFit è all’imprevisto e all’imprevedibile” e direi che questo sembra essere quasi “profetico” oggi, ma probabilmente sarà ancora vero in tanti altri momenti futuri. Perché nella vita l’imprevisto e l’imprevedibile, non è un eccezione (il “cigno nero”), è la regola. Perché prima o poi succede l’imprevisto. Proprio perché in un contesto comunque discutibile: perché la scienza, ve l’ho detto prima, non è “solida”, è una discussione, deve essere una discussione tra pari, su una solida base scientifica. E aumenta la funzionalità del proprio corpo. In più contiene delle componenti importanti che evitano quella che personalmente non posso tollerare: la noia. Con l’introduzione della “variabilità”, non sai mai cosa farai un giorno e non sai cosa farai il successivo. In più c’è la componente di gioco, di divertimento e gara che per me è importante e lo rende divertente.

Sia ben chiaro, chi ascolta questo, non deve mettersi a fare quello che faccio io, sarebbe sbagliato il concetto, non deve diventare un altro culto del CrossFit, deve prendere 1 / 4 idee da applicare, vi sto dando queste istruzioni così le potete fare… quando ho iniziato c’era in giro poco materiale valido. Oggi ci sono tonnellate di materiale valido, su YouTube, (e ci sono anche tonnellate e tonnellate di merda, sia ben chiaro, per dirla come va detta la cosa). Per cui, se uno vuole riesce a trovare materiale di qualità. Ho dato indicazioni in altri corsi su quelle che io ritengo essere delle fonti valide. Chiaramente non è una prospettiva neutra, è la mia prospettiva, se va bene è così, se non va bene trova qualcun altro che ha una prospettiva adatta a te. 

Comunque l’idea è di dare degli esperimenti da fare, delle idee chiare, se hai anche un coach, o se sei un coach, in attesa che la tecnologia ci dia di meglio, abbiamo questo sistema che è la combinazione di, poi spiegherò meglio la sequenza. Ancora fino ad oggi la persona comune quando si vuole mettere in forma, faceva semplicemente un monostrutturale, quindi faceva una corsa, usciva in bici, e basta, lì finiva. Invece, qui c’è una sequenza specifica che parte dalla ginnastica. Si riscopre la ginnastica. C’è veramente tanto materiale valido online di ginnastica.
Un altro pregio, molto importante, è che gli allenamenti del Crossfit sono BREVI, quindi il fatto che hanno un’intensità un po’ più alta (poi ne parleremo del discorso intensità, che non è il discorso assolutamente importante, anzi, va evitata agli inizi), però hanno il pregio che gli allenamenti durano da pochi minuti, (se sei molto bravo), in certi tipi di allenamento, perché se sei molto bravo fai lo stesso numero di ripetizioni in un tempo breve, di uno meno bravo, quindi c’è un concetto anche di gara, o si gareggia sui tempi o sul numero di ripetizioni. Quindi se sei bravo lo fai in un tempo breve, ma ciò significa che hai sviluppato più potenza, hai fatto più lavoro in un tempo minore.                       

E appunto, ha dentro componenti di ginnastica, pesistica, ma anche i monostrutturali, però fatti in una forma di sprint tipicamente, quindi breve, anche se ogni tanto anche lunghi, poi ne parliamo nel discorso della “Cronic Cardio, perché bisogna starci un poco attenti a quello che fanno quasi tutti, a mettersi in forma, perché non va bene, alza lo stress, alza il cortisolo, e va nella direzione sbagliata sotto tanti aspetti. Quindi non si tratta di diventare un militare, però si tratta di usare un pochino di quello che oggi tutti gli atleti professionisti da almeno un decennio fanno, come forma di allenamento, ve l’ho detto, a me piace anche l’aspetto di sport del CrossFit da guardare. Ho visto i primi CrossFit game, che hanno mandato dal Ranch in California, in streaming, non mi ricordo come ho fatto perché allora era un macello, non funzionava bene niente, ogni anno me li guardo, quindi conosco anche l’aspetto dello sport, sono contento che sia diventata una moda in Italia, perché finalmente ci sono in giro le palestre. Io ho il mio box casalingo, mi alleno lì ma volendo ne ho vicine diverse, dove potrei andare se non fossero tutte chiuse adesso, purtroppo. Ecco, non parlerò di questo ma parlerò di cosa vuol dire funzionalità costantemente variata ad alta intensità ma soprattutto come fare a praticare a casa propria.

Finalmente, ripeto, sono contento che abbiano riorientato il Crossfit alle persone normali non ai militari non ai superatleti e soprattutto adesso stanno puntando fortemente al personale medico, alla salute e a concetti diversi di salute e longevità. Per me è la cosa più importante. 

E questo è tutto per la parte gratuita, spero, ripeto, di aver dato qualche idea che potete applicare subito. E ci sentiamo poi (per chi lo vuole) nella parte commerciale potete semplicemente trovare il link su questa pagina, oppure cercare in Google “Zio Hack”, HNA, insomma da qualche parte lo trovate, oppure mandate un’ e-mail ad ordini@migliorati.org e vi mandiamo il link per iscrivervi. 

All’interno del corso commerciale parleremo dei 16 aspetti importanti di questa filosofia di allenamento scientifico, e quando parliamo di questo implicitamente parliamo dell’aspetto  opposto,  ovvero gli errori comuni nell’allenamento,  quelli a cui bisogna soprattutto stare attenti. Avevo smesso con il Crossfit, dopo 4 anni di pratica continua proprio perché avevo sentito una conferenza in cui questi ventenni erano tutti spaccati a livello articolare. Oggi hanno introdotto una importante modifica, poi ne parliamo nel corso, che permette di evitare tutti questo. Parleremo anche di quelle che sono le pratiche necessarie, gli attrezzi necessari, gli attrezzi consigliati per farsi la propria palestra, ma anche gli attrezzi che puoi prendere dopo, che sono utilissimi, ci mancherebbe, però non sono utili nel primo anno o due di allenamento. E accennerò a quelli TOTALMENTE INUTILI.

E poi farò degli esempi di “progressioni” e racconterò come faccio io, perché ripeto, voglio dare anche al più esperto, c’è gente tra i miei clienti che assolutamente sono dei validissimi atleti, dei coach, lo fanno per lavoro, voglio dare degli spunti, cioè, se uno ascolta questa HNA o qualsiasi altra HNA e dice che non ne ha tratto una, due, tre, quattro idee che può applicare subito, normalmente non lo faccio, però mi chieda pure il reso, e glielo do volentieri, ci salutiamo e va per la sua strada. Ovviamente non arrivate dopo 3 anni a chiedermi il reso di tutte, perché se no abbiamo un problema diverso, e non è esattamente mio il problema 😉 

Un grosso abbraccio a tutti, se volete trarre una cosa da fare subito da tutto questo, muovetevi tutti i giorni, allenatevi, vanno bene anche qualsiasi tipo di app (quelli di Lifehacker le hanno provate tutte e consigliano quella gratuita della Nike), che trovate sul telefonino per iniziare, ma allenatevi tutti i giorni perché cambierà il vostro umore e la vostra capacità di cognizione, quindi, sarete più rilassati, e al tempo stesso più energizzati e in grado di processare meglio le informazioni. 

Un grosso abbraccio a tutti dallo Zio Hack di www.migliorati.org  e alla prossima. E grazie per aver ascoltato fin qua, iscrivetevi dovunque sia il canale dove l’avete ascoltata in modo da rimanere aggiornati. Ecco, non lo faccio più via e-mail, però abbiamo varie risorse, soprattutto per i clienti, devo dire. Ciao a tutti. 

Cosa Scoprirai e Imparerai Rapidamente in Questo VideoCorso

  • Perché lo Zio Hack ha scelto il Crossfit
  • Un Concetto Importante: un Nuovo Sport al Mese
  • Il Primo Errore da Evitare: Pensare di Sapere già tutto
  • L’Allenamento Funzionale Costantemente Variato
  • L’Importanza del Riscaldamento e dello Stretching
  • L’Importanza dell’Esecuzione Perfetta dei Movimenti
  • Il Primo Grande Segreto: le Progressioni e Come Aumentare
  • Il Secondo Grande Segreto: Allenare le Debolezze
  • Il Terzo Grande Segreto: l’Alternanza tra Allenamento e Riposo
  • Come Alternare Esercizi Monostrutturali con gli Sprint
  • Dove e Come Allenarsi (include le Principali App di tracking dei progressi)
  • Gli Attrezzi Consigliati, Necessari ed Inutili
  • … e molto altro ancora!

Obiettivo Principale di Questo AudioCorso:

Scopri Subito, in questa HNA più Pragmatica che mai, Tutti i Segreti per Allenarti (anche da casa!) e Produrre i Migliori Risultati a Livello Fisico, di Salute, Longevità, Estetica e Fitness!

La Naturale Evoluzione dell’HNA95 sull’Allenamento che NON devi Assolutamente Perdere se ci tieni DAVVERO a Mantenere il TUO Corpo in uno Stato di Salute Ottimale!

Sei Serio Riguardo alla Tua Vita e il Tuo Benessere?

Perché questa potrebbe essere l’Ultima Occasione per entrare in HNA prima che possa “chiudere le porte”

Cosa Riceverai Subito:

    • OLTRE 80 MINUTI di AUDIOcorso di meditazioni guidate registrato professionalmente
    • un dettagliatissimo Manuale in PDF
  • Tutto il Corso RIASSUNTO in UNA pagina

Se ti è piaciuto questo AudioCorso, ti interesserà sicuramente APPROFONDIRE ascoltando anche questi:

HNA 95 – BioHacking del Movimento: tutti i Trucchi della Scienza di Oggi per l’Allenamento Fisico

HNA 53 – BioHacking del Sonno

HNA 78 – Stanchezza: 16 Metodi Essenziali per il BioHacking dei Tuoi 3 Tipi di Energia

Iscriviti Subito ad HNA e Godi di Tutti i Benefici delle 4 liste di discussione, Catalogo Segreto, Bonus per Clienti con uno Sconto Super!

Cosa aspetti ancora? Iscriviti ADESSO!

Ultima modifica:

Condividilo con i tuoi amici:


8 Responses to “BioHacking dell’Allenamento Scientifico, Come Fare Crossfit Senza Farsi Male”

  • Aldo

    Come SEMPRE in ogni HNA ci sono consigli preziosi.

  • Marcello

    Complimenti per questa HNA, a me è piaciuto molto come hai spiegato bene, in modo chiaro, dettagliato e preciso come fare crossfit senza farsi male. Le idee che ho preso io da questa hna sono stati i riscaldamenti specifici e le progressioni di wodprep, il mettere la mobilità prima e stretching dopo ogni wod e la conversione della corsa in altri monostrutturali con la tassa da pagare, fondamentale in questo periodo di clausura. Il non mettere pesi prima della forma perfetta ne ho avuto conferma sulla mia pelle visto che anche a fare male l’esercizio a corpo libero mi sono venuti dei dolori (schiena e ginocchia). E infine la lista degli attrezzi utili, inutili e da acquistare pian piano per costruirsi la propria palestra in base ai propri obiettivi personalizzati come sempre. Grazie zio anche per le chicche che si scopriranno riascoltandola in futuro ed andando ad approfondire con la bibliografia che consigli.

  • Giuliano

    Nell’HNA di questo mese ci sono buoni spunti e riferimenti per l’allenamento, anche per gli esperti. Anche chi non ama il crossfit trovera’ suggerimenti interessanti per migliorare la propria forza.

  • Gianpaolo

    Da anni giro attorno all’allenamento fisico, con vari tentativi e discipline iniziate e abbandonate e lunghi periodi di inattività. Negli ultimi anni, anche grazie ad HNA, sono riuscito a mettere un po’ di costanza nell’attività fisica e negli ultimi mesi anche nei miei allenamenti in casa.
    Visto che ne sto verificando i benefici inestimabili sulla salute di un allenamento ad alta intensità costantemente variato, anche se ancora non con la dovuta costanza, questa HNA potrebbe essere una svolta per avvicinarmi al mondo del crossfit. Devo solo rivederla meglio e calarla nella mia realtà.

  • Manolo

    Questa HNA è molto bella: tocca tutti i punti che vanno toccati e mette fin da subito in chiaro la differenza tra praticare CS per diventare un agonista e quella per la salute. Differenza dimenticata nel 90% dei corsi ma così essenziale che anche il fondatore del CS continua a ribadirla.
    altra HNA da avere!

  • FABIO

    Pratico palestra da circa 30 anni
    Confesso che ho sempre guardato il crossfit con un pò di diffidenza
    In qualche HNA passata Zio Hack aveva dato qualche accenno sulla vera finalità del crossifit
    Lì ho cominciato a capirne un pò di più, ma ero ancora titubante
    Poi è arrivato il perdiodo covid: palestre chiuse
    Anch’io costretto ad allenarmi in casa, in uno spazio ristrettissimo
    Poi è finalmente arrivata questa HNA molto più specifica sul crossfit
    E mi si è aperto un nuovo mondo
    Ho capito la vera e profonda finalità del crossfit
    E ne ho compresi i benefici funzionali per corpo e mente
    Ho scoperto perchè negli scorsi anni ero diffidente nei confronti del crossfit
    La colpa era del “marketing delle palestre” che ti mostrano solo una faccia della medaglia: quella più superficiale
    Come avviene per lo yoga
    Grazie Zio Hack per avermi aiutato a fare chiarezza con questa utilissima HNA

  • Bernardo

    Questa HNA è veramente completa perchè spiega dettagliatamente come chiunque possa fare Crossfit partendo da zero gradualmente e correttamente senza farsi male e con i massimi benefici possibili.Per questo insegna inizialmente come fare gli esercizi a corpo libero per avere una solida base e poi illustra lo step successivo della pratica con i pesi dando estrema importanza all’esecuzione corretta della tecnica.Inoltre mi è piaciuto il concetto di utilità del Crossfit come base completa per praticare al meglio altri sport come nuoto,bicicletta e corsa.Poi per praticare gli esercizi specifici vengono dati tutti i riferimenti del sito,degli autori e del canale youtube per vederli in video.

  • Alberto

    Di solito impiego un po’ a immergermi in una HNA e commento più avanti nel mese, ma dato che il fitness è una mia passione da tanto sento di poter commentare subito; non voglio “spoilerare” i nomi dato che la biblio è da sbloccare, ma “Mark” e “Michael” sono state le due bibbie che mi hanno permesso finalmente di dare un senso al mio “cazzeggio” in palestra. Questa HNA mi ha convinto a provare il crossfit; anche se magari saltuariamente, può essere una bella aggiunta di atleticismo al mio allenamento più “strength”. E anche se ci vorrà un po’ prima di tornare in palestra, poco male, approfitterò per leggere il materiale allegato mastodontico :p

E tu cosa ne pensi?