HackNews.net
HNA134Mar2021 Hacking della Scienza della Respirazione Pranayama Trucchi, Tecniche e Segreti

HNA134 Marzo 2021

Impara a Fare dei Semplici Esperimenti con il Tuo Respiro per Migliorarlo e Scopri la Scienza Moderna dietro l’Antica Saggezza del Pranayama.La Naturale Continuazione del Corso sull’Hatha Yoga del 2016 che Non puoi lasciarti scappare!

Ascoltami adesso su Itunes

Siamo anche su Spotify

Fermati e cogli ADESSO l’Occasione di Entrare con uno SCONTO in HNA, l’Esclusivo MasterMind Group Italiano che dal 2007 a oggi per il Miglioramento Personale in Tutte le Aree Importanti della Tua Vita!

Cosa aspetti ancora? Iscriviti ADESSO! 

Prima di tutto mi “ripresento” (per i nuovi)

Ciao a tutti amici di internet, sono lo zio Hack di www.migliorati.org e Hacknews.net (il mio blog). 

Dal 1998 per i pochi che mi hanno scelto (non sono un “influencer”, beh lo sono su Paypal 😉 e difficilmente lo sarò sui social) sono lo “spacciatore” di trucchi e segreti per migliorare la vita in ogni area importante, molto prima che fossero coniati i termini lifehacking, neurohacking e biohacking parlavo di questi argomenti.

Dal 1975 (sì sono così vecchio 😉 se dovessi fare come certi “coach” LOL e ogni volta che rivedo questo testo ricordo qualche dettaglio in più ;-)) ho iniziato a studiare 5 libri al mese e oggi guardo e ascolto oltre 200 ore al mese di video e audio della miglior formazione Internazionale (e anche Italiana adesso). 

Nel 2007 ho creato HNA, che è la mia (e Prima) Università (e Comunità) di miglioramento personale undeground, il cui scopo è:

condividere (con chi lo desidera davvero) più informazioni UTILI, essenziali, PRATICHE e applicabili SUBITO in meno tempo

Due consigli pratici e una Curiosità:

Respirazione per calmarsi

Quando state perdendo la pazienza, provate a tappare la narice destra e respirate dalla sinistra (chandra, lunare), in modo da provare ad ottenere un potenziale effetto calmante

Frequenza della respirazione rilassante

Per facilitare il rilassamento di tutto il corpo e l’ossigenazione del cervello, l’espiro dovrebbe durare il doppio dell’inspiro.

Una curiosità:

La respirazione tattica dei Navy SEALS per gestire lo stress prima di un esame o performance (spiegata correttamente)

Si tratta di una respirazione quadrata / quadrangolare, chiamata anche “Box Breathing”, dove tutte le fasi hanno la medesima durata. La parte che molti esperti omettono è il ripetere una sorta di “mantra” ovvero poche parole “direttive” per quella situazione, nelle due pause di apnea. Ad esempio “rimani calmo

 

Come rimanere sempre aggiornato GRATIS!

La prima piattaforma che ho usato (e continua a fare) è il mio canale YouTube,

Ho anche una lista via email (vedrai il popup) ma la uso solo per i messaggi automatici programmati.
Nel marzo 1999 ho creato “mente” la prima lista di discussione gratuita di miglioramento personale in Italia su egroups, poi Yahoo groups, oggi defunta,
ma attenzione che è RINATA nel mio gruppo di discussione su Telegram
se non ti piacciono le chat (ricorda che puoi silenziarla e guardarla quando vuoi e rispondo spesso in audio)
c’è anche solo un canale con i miei (rari) annunci

(per adesso è tutto GRATIS, poi diventerà a pagamento,
ma rimarrà PER SEMPRE GRATUITA per chi è già iscritto)

Perché Telegram

  1. E’ perfetta per i gruppi
  2. E’ abbastanza orientato alla privacy delle persone
  3. Non mi piacciono le cose del “Succhiahamburger”, evito quando possibile
  4. E’ ancora abbastanza “anarchica” (e questo mi piace molto)
  5. Posso comunicare con tutti voi in modo “moderno” con video, audio, documenti, files, CHAT VOCALI ecc..
  6. Non ha limiti di spazio di archiviazione
  7. Se lo si vuole si può rimanere anonimi
  8. Si può usare anche via web
  9. E soprattutto è (al momento) LIBERA e relativamente “anarchica” (e questo mi piace)

Comunque cliccando qui puoi trovare TUTTI i miei link e canali social sempre aggiornati!

Scopriamo l’argomento di questo mese

Hacking della Respirazione Scientifica

(la scienza moderna dietro l’antica saggezza del Pranayama)

23 Esperimenti con il tuo respiro

«L’educazione è l’arma più potente che si può usare per cambiare il mondo»

Nelson Mandela 

Primo seguito dell’Hacking dell’Hatha Yoga

Questo mette le BASI!

Perché ho tardato così tanto a farlo?

Pratico Pranayama (a tratti) dal 1986

Sono certificato dal 2006 con l’Apnea Academy di Pelizzari

Più ritardato di tutti i miei corsi,

Perché è il più potente e, proprio per questo DELICATO,

come giocare con un cobra

Zio cosa ne pensi di…

Come sai se mi conosci da un po’, questa è una delle domande che non dovresti mai farmi in riferimento a persone o a marchi commerciali… comunque farò un’eccezione stavolta e darò qualche piccolo “accenno”

Le tecniche di respirazione sono francamente trattate in modo molto superficiale in molti corsi “popolari” oggi

Tutti ne usano una parte

il medico ucraino Konstantin Buteyko a partire dalla fine degli scorsi anni ’50

    ha sviluppato una tecnica che va bene per gli asmatici, 

    ma è limitata, è solo una piccolissima parte di tantissime altre pratiche

i corsi più “vecchi” sono quelli di Rebirthing e infiniti derivati di iperventilazione circolare,

  È antichissima, c’è anche una versione moderna che deriva dalla respirazione olotropica dei Grof

    E viene praticata male e sì, è pericolosa

    Esempio 2: nel gruppo c’è una donna incinta (e non lo sa) …potrebbe avere un aborto non così tanto “spontaneo”

Poi c’è il più moderno Metodo di Wim Hof

    Mi piace Wim: grande essere umano, super atleta recordman, studiato scientificamente, importante l’uso del freddo

    Diciamo che secondo me il suo metodo è ancora in fase di sviluppo e ci sta lavorando, secondo me ci sono sistemi più moderni e sofisticati, già sviluppati e preferisco parlare di questi

    Dico solo che la parte respiratoria è molto MOLTO “superficiale” rispetto alle pratiche antiche e moderne

Infine, c’è anche una miriade di “aggeggini minchiata” per “biohackers” che se usati male fanno solo danni

E tanti altri…

Hanno tutti potenziali problemi SE USATI MALE (e qualcuno purtroppo lo fa, facendone usi STUPIDI!)

E quindi nella bibliografia mi metto un paio di fonti AFFIDABILI

Una scientifico / moderna (storia della mia meditazione) di Mike Maric

Laureato in Medicina, anatomopatologo, docente all’Università di Pavia

e nel 2004 e campione mondiale di apnea

(E’ quel pazzo che nel 2006 mi ha certificato nella scuola di Pellizzari)

E uno più tradizionale, del 1971, del buon

Andrè  Van Lysebeth A., Pranayama, la dinamica del respiro, Astrolabio, 1971

che tutti gli insegnanti di Yoga dovrebbero imparare

Espansione della parte di nutrimento della mia piramide = gerarchia del  biohacking / salute / benessere

si può sopravvivere

–  senza cibo per 15-20 giorni

– senz’acqua sino a 10,

ma non riesci a rimanere vivo senza respirare per più di una manciata di secondi

Inoltre ci dovrebbe essere anche un apprendimento (di qualità)

Piramidina del nutrimento fisico

Primo fabbisogno fisiologico necessario alla sopravvivenza, prima ancora del cibo e dell’acqua

L’aria è il nostro primo carburante e i polmoni il «serbatoio»

In quest’ottica, lavorare sulla respirazione significa intervenire sul numero di ottani del carburante,

variando l’ossigenazione muscolare:

è come fare un pieno a 110 ottani anziché a 95

La differenza a livello di energia nel corpo, si nota

Ma attenzione che il respiro conta anche per la BASE della Piramide,

l’Hacking dello stress, ne parliamo dopo

Un po’ di scienza, (il momento SuperQuark)…

Come è composta l’aria

  • N l’azoto, che ne costituisce quasi i quattro quinti
    elemento base delle proteine, cioè dei costituenti fondamentali di ogni essere vivente
  • O2 l’ossigeno, che ne rappresenta poco più di un quinto
  • CO2 l’anidride carbonica, che rappresenta solo lo 0,03%. Pur se presente in percentuali davvero molto piccole, essa svolge un ruolo vitale:

Connessione con l’ecologia

le piante verdi infatti assorbono l’anidride carbonica e la combinano, tramite la fotosintesi clorofilliana,

con l’idrogeno dell’acqua per produrre le sostanze nutritive necessarie alla propria sopravvivenza e liberando nel contempo ossigeno

71% della superficie del Pianeta è coperta di acqua

e oltre il 50% dell’ossigeno che respiriamo arriva proprio dal plancton marino, sempre mediante fotosintesi clorofilliana,

foreste e gli oceani sono, a tutti gli effetti, i polmoni della Terra.

Il percorso dell’aria…

non possiamo vederla, ma possiamo sentirla

autostrada dell’aria, cioè la trachea.

Questo condotto, lungo circa 12-14 cm, si porta verso il basso dove si divide, a «Y» rovesciata, in altri due condotti, i bronchi

Poi i polmoni

il destro è leggermente più grande rispetto al sinistro, che accoglie in parte il cuore

due piramidi di soffice spugna dentro di noi

ultima destinazione: gli alveoli

dove avviene lo scambio gassoso tra ossigeno e anidride carbonica, tra il sangue e l’aria

impiegato nel cosiddetto ciclo di Krebs

energia ATP (adenosina trifosfato), che potremmo definire la «batteria» delle cellule

Senza ossigeno non abbiamo energia

    In Ospedale: collegano subito un saturimetro al dito e forniscono O2 (ossigeno puro)

L’ossigeno è un gas privo di colore, odore e sapore

indispensabile per dare a ogni cellula del nostro organismo il mezzo per convertire le sostanze nutrienti in energia

l’ossigeno è l’elemento più importante, primo e basilare per il mantenimento del metabolismo umano: senza ossigeno la macchina umana non può funzionare

Più efficiente è la respirazione, più energia si riesce ad accumulare nell’organismo

affinché l’ossigeno possa arrivare alle cellule che lo utilizzano e l’anidride carbonica possa essere eliminata,

non basta il buon funzionamento del sistema polmonare,

ma occorre anche una buona efficienza dei sistemi muscolare, cardiocircolatorio e nervoso

per ritardare l’insorgenza della fatica, l’ultimo è che si recupera la fatica più velocemente

Quanto respiriamo ogni minuto?

Comunemente gli esseri umani respirano, in condizione di riposo

Tra le 12 e le 16 volte al minuto

(Curiosità: se moltiplichiamo le respirazioni per 4 otteniamo il numero dei battiti cardiaci)

Se ne deduce che ogni atto respiratorio dura mediamente 4 secondi

di cui circa 2 secondi-2 secondi e mezzo per l’inspirazione e 1 secondo-1 secondo e mezzo per l’espirazione

oltre 800 respiri ogni ora

in condizioni normali respiriamo ogni giorno in media oltre 20.000 volte

Abbiamo un appartamento dentro di noi

Alveoli polmonari. La loro superficie totale varia dai 100 ai 150 m2:

in pratica, nei polmoni abbiamo l’equivalente di un grande, spazioso e bell’appartamento

Quanto?

il volume d’aria medio della persona normale per atto respiratorio è pari a 0,5 litri

Se abbiamo un numero medio nella respirazione tranquilla, «normale», di 15 atti al minuto, il totale dei litri ventilati è 7,5L

10.000 litri d’aria al giorno

Chi riesce a inspirare per 5 secondi e a espirare per 10 compie

solo 4 atti respiratori al minuto rispetto ai 14-16 della norma

La respirazione come ponte tra il sistema nervoso centrale e quello autonomo

La respirazione e il battito delle palpebre sono le sole due attività del sistema nervoso autonomo

che potete portare sotto il vostro controllo cosciente in qualsiasi momento.

La respirazione è l’interfaccia tra il corpo e la mente

Stress e respirazione

stress, gli impulsi nervosi alterano la respirazione, portandoci a utilizzare solo metà della capacità polmonare:

a livello alveolare vi è un’importante riduzione della superficie, che arriva a 50-75 m2

in condizioni di stress il nostro consumo di ossigeno al minuto passa da 1 a 150 ml

c’è iperproduzione del cortisolo e degli effetti dannosi che tale ormone produce, se cronico,

cortisolo incide sul nostro cervello danneggiando l’ippocampo

rallentando la capacità di memorizzazione

e accelerando l’invecchiamento del cervello.

altera il metabolismo degli zuccheri, fa salire la glicemia e facilita di molto l’accumulo di grasso, in particolare intorno all’addome

soprattutto, produce immunosoppressione

c’è inotre un minuscolo gruppo di neuroni situato nella parte del tronco encefalico che controlla la respirazione e comunica direttamente con una struttura cerebrale coinvolta nelle risposte allo stress

La respirazione regola il rapporto tra sistema simpatico (attivante) e parasimpatico (rilassante)

Quindi agisce esattamente come la meditazione o altre tecniche mentali

Ci permette di hackerare lo stress che è la base della mia “piramide” del benessere

Va detto tuttavia, che non dobbiamo azzerare lo stress ma ridurlo al minimo, per raggiungere

l’”optimum arousal” ovvero il rapporto ottimale tra calma e stress necessario per generare la massima prestazione

Controllare il respiro è essenziale per tutti nella vita

Se controllate la respirazione, controllate l’intero sistema nervoso autonomo, e con appropriate tecniche di respirazione potete controllare le reazioni del sistema nervoso simpatico,

legate alla paura e alla rabbia.

La rabbia e la paura sfrenate sono entrambe manifestazioni dell’attività del mesencefalo,

la parte primitiva, animalesca e irrazionale del nostro cervello,

quella che ci trasforma in leoni o gazzelle nella reazione “fight and flight”

Le tecniche respiratorie, quindi, sono molto utili per 

gli studenti per superare l’ansia da esame o diminuire lo stress pre-test

Con la respirazione tattica si può calmare velocemente una persona che ha appena avuto un incidente

e si trova in stato di shock,

ed è suggerita persino dagli istruttori di guida sicura.

Semplice ed efficace, non richiede addestramento particolare e può essere usata in qualunque ambito

Ma deve essere spiegata e fatta correttamente,

Quasi tutti saltano un passaggio importante

Benefici della respirazione corretta

  • gestione dello stress
  • l’ottimizzazione della prestazione mentale,
  • incremento di concentrazione e attenzione
  • miglioramento dell’armonia psico-fisica
  • un aumento della concentrazione.

Visto che vi piace tanto parliamo di “detossificazione”

La respirazione è lo strumento più potente in quanto rappresenta lo scambio tra l’ambiente esterno e l’ambiente interno:

tossine vengono eliminate per il 70% attraverso la respirazione

e il rimanente 30% mediante sudorazione, minzione e defecazione.

Purtroppo respiriamo male

di norma il nostro organismo assorbe solo il 6% del 21% dell’ossigeno presente nell’aria che inspiriamo

In una persona a riposo sono 5 i litri di sangue che circolano al minuto

25 in caso di sforzo intenso

l’80-85% di sangue finisce nei muscoli impegnati dall’esercizio e la parte rimanente va agli organi

In 100 ml di sangue vi sono circa 20 ml di ossigeno

solo 5 vengono utilizzati dai muscoli; i rimanenti 15 ml ritornano al cuore inutilizzati

quindi l’aria espirata contiene ancora circa il 14-15% di ossigeno

(Altrimenti non funzionerebbe la respirazione bocca a bocca per rianimare una persona

Non ci avevi mai pensato, vero? 😉 )

se ottimizziamo dell’ossigeno che inspiriamo imparando a respirare bene

aumentare la perfusione di ossigeno a livello dei tessuti ovviamente fa una differenza

La ginnastica respiratoria aiuta a prevenire una marea di problemi

edema polmonare, cioè eccesso di liquidi nei polmoni che, accumulandosi all’interno degli alveoli, causano difficoltà respiratorie.

Possiamo migliorare il nostro hardware?

Ovviamente Sì!

migliorare l’efficienza mentale del 10-20% attraverso la respirazione

Apnea per il miglioramento cognitivo

Apnea è naturale in realtà ci viviamo mediamente 9 mesi

esperienza «mozzafiato»

quando tratteniamo il respiro, infatti, il contenuto in anidride carbonica (CO2) del sangue aumenta (si ha un fenomeno chiamato ipercapnia)

Mentre l’ossigeno cala, ipossia

Il cervello interpreta questo aumento come una maggiore esigenza di ossigeno e dilata le arterie del collo

affinché una maggior quantità di sangue, e quindi di ossigeno, possa affluirvi;

quindi basta aumentare di poco il contenuto in CO2 nel sangue per far arrivare molto più ossigeno al cervello,

ottenendo un aumento delle sue prestazioni.

Respirare meglio per essere più positivi

il respiro esprime lo stato emotivo della persona

il cervello in uno stato positivo è il 31% più produttivo,

si diventa il 37% migliori nelle vendite,

i medici sono il 19% più veloci e accurati nel giungere a diagnosi corrette quando sono in uno stato positivo

Respirare bene stimola il nervo vago

quello che fa venire l’acquolina in bocca, calma il cuore, rallenta il polso, amplifica i movimenti peristaltici dell’intestino, guarisce la costipazione

diaframma, chiamato anche plesso solare o Manipura chakra ha una stretta relazione con il nervo vago

E regola l’omeostasi dell’organismo

Nota cautelativa!

MAI fare apnea in acqua da SOLI!

Già che ci siamo un piccolo cazziatone dallo zio…

Sei fumi… SMETTI SUBITO!

Possiamo aiutarti!

da 1 a 9 mesi: aumenta l’energia corporea, si riducono tosse, stanchezza, fiato corto, congestione rino-sinusale, migliorano i meccanismi di difesa dell’apparato respiratorio

dopo 1 anno: si dimezza il rischio di malattie coronariche

dopo 10 anni: il rischio di morire per un tumore del polmone è pari a quello di un non fumatore

A parte questo, le tecniche di respirazione che vedremo nel corso, sono il sostituto ideale e sano a una sigaretta

Respirare bene allunga la vita

scienza medica riesce a spiegare le cose solo dopo che sono state fatte da qualcuno

Respirare bene migliora la performance sportiva (e soprattutto sessuale)

Precedentemente era diffusa la convinzione che la resistenza allo sforzo

e le prestazioni fisiche dipendessero dai sistemi cardio-circolatorio e muscolare piuttosto 

mentre oggi sappiamo che dipendono molto da quello respiratorio perché produciamo 

monossido di azoto = NO = ossido NITRICO (non nitroso come ho sentito da qualche “esperto”)

contribuisce al rilassamento e all’espansione dei vasi sanguigni

in altri termini = viagra

Tratta bene l’unica macchina che avrai per tutta la vita

respirare correttamente è il primo passo da compiere per vivere bene

Se sei padrone del tuo respiro, sei padrone del tuo corpo, sei padrone della tua mente, sei padrone della tua vita

Bibliografia

Mike Maric – La Scienza del Respiro

Laureato in Medicina, anatomopatologo, docente all’Università di Pavia

e nel 2004 e campione mondiale di apnea

Andrè  Van Lysebeth A., Pranayama, la dinamica del respiro, Astrolabio, versione originale del 1971

Tra poco in arrivo…

Aggiorneremo presto nel 2021 seduzione, ipnosi e magari sessualità in un unico corso moderno di 1 ora

ma prima è essenziale avere il giusto atteggiamento mentale e lavoreremo su quello in vari modi
Intanto vi ho rimesso il prezzo SCONTATO di 10 EURO … APPROFITTATENE!

Ricordati sempre delle 4 abitudini fondamentali!

  1. meditare di modo da avere il controllo su tante cose, compresa la mente
  2. allenarsi perché il proprio corpo va aiutato per mantenere vive le proprie capacità cognitive
  3. studiare, leggete ogni giorno, quanto non ha importanza. Ci vogliono azione persistente ed un meccanismo continuo di miglioramento.
  4. Creare (idealmente come business per essere FELICI e RICCHI)

Spero che per te la Conoscenza Riguardo alla Tua (e dei Tuoi Cari) Sicurezza Personale valga almeno una cena. 

Altrimenti sei davvero nel posto sbagliato, ti consiglio di non perdere tempo.

Scopri GRATUITAMENTE le 3 pratiche essenziali per far parte di HNA, perché la maggior parte di quello che trovi in giro ha un ENORME PROBLEMA e perchè NON devi “applicare tutto”! 

Cosa Scoprirai e Imparerai Rapidamente in Questo AudioCorso

  • Il GRAVISSIMO Errore della Respirazione
  • Il Primo e Più Importante Passo per Respirare Correttamente
  • Le Funzioni del Naso
  • L’Importanza di Fare Attenzione agli Starnuti
  • Come Soffiarsi  il Naso Correttamente
  • La regola n.1 della respirazione
  • Come Aumentare la Performance negli Sport
  • Come Praticare
  • L’Errore n.1 nella Pratica
  • Altri Passi per Respirare Bene
  • Il Metodo migliore per espirare (e rilassarsi)
  • La Respirazione Corretta = Yogica Completa
  • Come Sbloccare il Diaframma
  • Come Smettere di Singhiozzare
  • Come Rallentare la Respirazione per Combattere lo Stress
  • Come Aumentare la Performance Mentale giorno dopo giorno
  • La respirazione tattica dei Navy SEALS per gestire lo stress
  • Il Trucco immediato per migliorare la durata dell’orgasmo
  • … e molto altro ancora!

Obiettivo Principale di Questo AudioCorso:

Impara Facilmente a Fare ESPERIMENTI con il TUO Respiro e Scopri la Scienza Moderna dietro l’Antica Saggezza del Pranayama e dello Yoga.

La Naturale Continuazione (e soprattutto, Evoluzione) del Corso sull’Hatha Yoga del 2016 che NON puoi ASSOLUTAMENTE lasciarti scappare!

Cosa Riceverai Subito:

  • OLTRE 70 MINUTI di AUDIOcorso con meditazioni guidate registrate professionalmente
  • un dettagliatissimo Manuale in PDF

Se ti è piaciuto questo AudioCorso, ti interesserà sicuramente APPROFONDIRE ascoltando anche questi:

HNA 73 – Neuroscienze: 25 tecniche pratiche da meno di 1 minuto

HNA 108 – Yoga: 108 Segreti per l’Hacking dell’Hatha Yoga

HNA 111 – NeuroMeditazioni 1: Concentrazione sul Respiro e Mindfulness 

Complimenti per aver letto fin qui!

Ma cazzo non mi dire che sei ancora in dubbio
Iscriviti Subito alla NUOVA HNA e Godi di Tutti i Benefici del gruppo Telegram con aggiornamenti quasi quotidiani audio e video, domande e risposte, e discussioni, accesso a arretrati, Catalogo Segreto, Bonus per Clienti e molto altro!

Ultima modifica:

Condividilo con i tuoi amici:


10 Responses to “23 Esercizi e Trucchi della Scienza della Respirazione (Hacking del Pranayama)”

  • Alessandro

    Questa HNA mi ha fatto scoprire come sfruttare in modo più efficace la respirazione praticando per pochi minuti al giorno, il risultato più spettacolare è stato un significativo miglioramento della respirazione in questo periodo in cui inizia tradizionalmente l’allergia, e quindi molti meno starnuti e simili, che in questo momento storico semplifica anche la vita sociale 😀 Ho inoltre iniziato ad applicare la tecnica prima di ogni rilassamento moltiplicandone l’efficacia. Ottimo!

  • giulio

    Una bellissima HNA che insegna come migliorare la respirazione in modo graduale e sicuro.
    Questo audio mi ha aiutato a capire come usare correttamente un’app per praticare la respirazione e scaricare lo stress.
    Accompagnano l’HNA come fonti due video imperdibili di due tra i massimi esperti italiani sul tema.

  • Gianpaolo

    Ottima HNA che introduce alla cura del respiro come fonte di energia, miglioramento e soprattutto salute. Considerando il tempo che si può sopravvivere senza respirare, rispetto al mangiare a al bere, credo che il respiro sia veramente la base per tutto il resto. Già in questa HNA ci sono dei pratici e fondamentali esercizi di base. Aspetto con molta curiosità la prossima per completare il fondamentale corso sul respiro.

  • Alberto

    HNA interessantissima, che avevo preso “sottogamba” semplicemente perché, venendo da una disciplina in cui avevo curato già molto la respirazione e avendo sempre ricevuto complimenti dai coach per la mia respirazione diaframmatica, pensavo ingenuamente di “sapere già tutto”.
    In realtà questi esercizi mi sono stati utilissimi, soprattutto la respirazione “completa”, che mi ha fatto scoprire che il mio diaframma è apparentemente molto libero… ma la parte alta, soprattutto clavicolare, è completamente bloccata!
    Sarà un piacere lavorarci e… resto in attesa del prossimo capitolo!

  • Marcello

    Ottima questa HNA. Ci ho trovato nozioni che non conoscevo, in particolare i pericoli fisici sulla respirazione errata. Gli esercizi che ho applicato sono stati il respiro “riempimento” da sdraiato. Subito non mi veniva la corretta sequenza, ma ho scoperto che con poche ripetizioni e attenzione il corpo si è auto allineato e corretto da solo. È molto calmante in effetti. Il respiro a narici alternate lo praticavo già seguendo lo zio da tempo, in particolare lo faccio prima della meditazione. Ho colto l’occasione per sperimentare in ufficio respirare solo dalla narice sinistra per calmarmi e centrarmi e ha funzionato benissimo e in poco tempo. Altre occasioni in cui mi sono concentrato sulla respirazione attraverso il naso, in particolare l’inspirazione, è stato durante il sesso e ho notato che sono durato più a lungo, e quando mangio per poter assaporare meglio e più lentamente il cibo. Grazie zio per aver fatto questo lavoro.

  • Eva

    Grazie anche questa volta per un’hna super che proprio mi serviva in questo momento.
    Ben dettagliata nelle pratiche come sempre.

  • Luca

    Sono sempre stato appassionato di respirazione e in questa HNA troviamo una guida fondamentale e completa per imparare la scienza del respiro. Possiamo così aumentare le nostre performance fisiche e cognitive!

  • FABIO

    Da alcuni anni nella varie HNA Zio Hack ci metteva la pulce nell’orecchio invitandoci a fare attenzione e a metterci in guardia dalle teniche di respirazione in circolazione un pò troppo “marketing ” e diffuse un pò troppo alla leggera

    Sì, perchè le tecniche di respirazione sono una cosa delicata

    E se utilizzate (o abusate) in modi scorretti possono portare a conseguenze non proprio simpatiche per la propria salute

    Ecco che finalmente in questa HNA Zio Hack svela tutta la verità sull’utilizzo pragmatico e intelligente delle corrette tecniche di respirazione per migliorare la propria salute ed il proprio livello di benessere

    E come scartare quelle che potrebbero essere invece dannose

    Tra gli errori di respirazione indicati dallo Zio in questa HNA, mi sono reso conto di farne uno madornale (soprattutto quando sono in pubblico): “soffocare gli starnuti”

    Ignoravo che facesse malissimo alla salute

    No lo farò mai più!

    Una delle tecniche indicate in questa HNA che mi sta dando grandi riultati in termini di freschezza e concentrazione mentale è quella del respiro a narici alternate

    Prima di mettermi a scrivere articoli per i miei blog davanti al PC, pratico 5 minuti di questa respirazione e mi sento davvero più concentrato nella scrittura!

    Consiglio questa HNA a chiunque voglia ottenere grandi benefici con le tecniche di respirazione scientificamente basate spiegata nei minimi dettagli

  • maurizio

    ecco finalmente l’hna che completa insieme a quella delle asana e sulla meditazione il capitolo YOGA. consigliata inisemen alle atre dello stesso filone o a chiunque voglia imparare a respirare meglio per sentirni meglio in pochi secondi…poichè il respiro influenza tutto il nostro essere.

  • Andrea

    Ottima introduzione ad una scienza davvero delicata; tramite il respiro possiamo davvero accedere alla nostra fisiologica autonomica e alle nostre emotività profonde. Come sempre, una base fondamentale per provare, sperimentare, e PRATICARE. Grazie

E tu cosa ne pensi?