Categorie
2MieiAudio Puzzles pensiero laterale

Puzzle per sviluppare creatività e pensiero laterale n.1 l’uomo sull’ascensore

Tempo stimato di lettura: < 1 min Il primo di una serie di puzzle per stimolare il “pensiero laterale”

Tempo stimato di lettura: < 1 min

Con questo fine settimana voglio iniziare un “esperimento”
proponendo dei piccoli puzzle / quiz di “pensiero laterale” per stimolare la creatività e il pensiero fuori dagli schemi.

Sono ottimi come argomento di discussione con gli amici.

Ecco il primo, forse il più famoso e noto:

un uomo abita al decimo piano di un palazzo

ogni giorno prende l’ascensore e scende fino al primo piano

poi quando torna risale con l’ascensore fino al settimo piano

scende e percorre i rimanenti piani usando le scale.

Perché si comporta così?

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

PS

Se lo sapete scrivete solo nei commenti qui e su YouTube: LO SO!
evitate fino a Lunedì di rovinare l’esperienza a chi ancora non lo sa…
chi non lo sa può tentare delle risposte o fare domande per avere qualche “aiutino”

Fatemi sapere cosa ne pensate di questa iniziativa e CONDIVIDETELA pure su Facebook o altrove

Di zio Hack

Mi chiamo Francesco, noto come "zio Hack" dal 1999  quando ho creato la PRIMA lista italiana di crescita personale e psicologia, PNL, EFT, ipnosi.

Fondatore nel 2007 di HNA la PRIMA Accademia di Miglioramento Personale Underground in Italia
Ancora oggi continuo a gestire la più longeva (e probabilmente numerosa) community (a pagamento) di miglioramento personale in Italia.

Aspiro a rimanere un "guerriero della CONOSCENZA PRATICA e UTILE" e per far questo:

Medito due volte ogni singolo giorno dal 1986
Studio 5 libri (di qualità) al mese e 200 ore di materiale di formazione (di qualità)
Pratico hatha yoga (occasionalmente) dal 1987 e crossfit (almeno 3 volte a settimana) dal 2008
Creo 5 audiocorsi con manuale ogni mese.

Comunque considerami un  gran "fuffarolo", ascolta un po' nel materiale gratuito e senti se offro la formazione che vuoi avere.

Oggi mi occupo di: miglioramento personale, lifehacking, biohacking, benessere psicologico, apprendimento, neuroscienze, transpersonalità.
Quello che divulgo è pratico, scientificamente basato e utilizzabile subito.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle tecnologie più recenti create o divulgate da me visita il mio blog: HackNews.net

“Scettico” (al punto di pensare di essere la reincarnazione di San Tommaso) e pragmatico al punto di credere di essere stato anche quella di William James.

Citato (senza che abbia pagato) su Jack, Millionaire, Onda Tv, finanzaonline, secoloixi, messaggero, in vari libri e tesi di laurea.
Le mie tecniche sono andate in onda su Rai3 e Canale5, ma resto umile.

Per essere aggiornato sui miei lavori seguimi sul canale Telegram e tutti i miei canali digitali, ognuno ha contenuti unici

29 risposte su “Puzzle per sviluppare creatività e pensiero laterale n.1 l’uomo sull’ascensore”

Sì sì ragazzi la soluzione “classica” che trovate ovunque è che è nano (e poco furbo perché basta un bastone ;-))
però mi piacciono di più quelle “alternative” che molti di voi hanno proposto

Premesso che l’idea dell’esperimento è divertentissima, e quindi la quoto in pieno!

Per la risposta ecco la mia ipotesi in libertà:
L’uomo, che è un nano, lavora al primo piano – o comunque deve andarci tutti i giorni xkè ha un’amante vogliosa con gusti particolari ahahah – e al ritorno non arriva al tasto del 10mo piano, ma solo al 7mo 🙂

Com’è andata?

ipotesi n. 1: i tasti 8-9-10 sono rotti.
ipotesi n. 2: dal 7° al 10° piano ci vuole la chiave, perchè ci sono abitazioni “riservate” e lui l’ha persa… troppo pigro o impegnato per andare a rifarsene un altra
ipotesi 3: … accidenti, mi è venuto in mente! LA SO!!!!

Primo piano o Piano Terra?

Io avrei detto che gli ultimi 3 piani sono parte della base di attacco al pianeta Terra da parte di un superrobot e lui li fa a piedi per controllare il lavoro fatto dai suoi scagnozzi durante la giornata. Però è una soluzione troppo influenzata dai cartoni animati che sto guardando in questo periodo 🙂

L’ascensore è nello stesso edificio.
Non fa nulla di particolare nei vari piani,
e va direttamente al suo appartamento.
Non è un amante del fitness.

Bllo questo! La so la soluzione… lo so devo controllare le mie mani prima che inconsciamente scrivano la soluzione prima di lunedì…:-D
Non mi azzardo a scrivere eventuali ipotesi perche’ potrei terminare qui il brainstorming… btw ragazzi continuate a scriverne di vostre, siete davvero forti!
Andrea

Ecco quele che mi sono venute in mente ieri sera:

1. Non esistono scale dal piano terra al settimo piano.

2. È un palazzo dove gli appartamenti iniziano dal settimo piano in su (non molto stabile come ipotesi, ma ce la metto lo stesso 🙂 ).

3. Si vuole godere il panorama dall’alto delle finestre dei piano più alti, facendosi 3 piani di scale.

1) “Tarzan” – l’ascensore è “manuale”: una pedana, una corda e una carrucola, per il
suo stato di forma, l’uomo (per ora!) riesce a calarsi fino al primo piano, e
a risalire fino al settimo.

2) “Speculazione edilizia” – Il palazzo è stato ampliato: dai garage è stato ricavato un nuovo piano terra, e sono stati aggiunti tre nuovi piani in alto. L’ascensore non è stato cambiato.

3) “L’arte di arrangiarsi” – Il palazzo non ha ascensore! L’uomo lavora al primo piano del palazzo di fronte, che ha sette piani (e l’ascensore!). Ogni mattina, grazie al suo equilibrio e ad una corda sospesa nel vuoto, si evita la fatica di tante scale…

@Emilio: aspettiamo fino a Lunedì ma COMPLIMENTI per avercela fatta da solo!
@Marco: WOW che creatività… bravissimo!
L’ascensore è normale con bottoni, no corde 😉
Non è cambiato nulla
Questo avviene sistematicamente ogni volta che esce… a meno che NON si nell’ascensore con qualcuno… nel qual caso va (a volte) scende al decimo

Secondo me l’ascensore arriva solo al settimo piano.
“ogni giorno prende l’ascensore e scende al primo piano”
non dice da quale piano parte.

ciao a tutti!
ecco la mia “cavolata”:
l’uomo è ricchissimo e possiede gli ultimi 3 piani del palazzo.
E’ un appassionato scalatore, ma non ha mai tempo di fare scalate.. così quando rientra a casa scende dall’ascensore sempre al 7° piano e ne approfitta per scalare la parete da allenamento alta 3 piani che si è fatto costruire in casa!
Lo So!
Che cosa strana! quando ho finito di ideare questa cavolata.. mi è venuta in mente la Risposta! come se lo sforzo di trovare una alternativa assurda ma possibile avesse estratto anche quello che già sapevo.. ma che proprio non mi ricordavo! Boh! misteri della mente! 🙂
Michela

qualcuno potrebbe consigliare all’omino di portare con se qualcosa… anche un ombrello potrebbe evitargli i 3 piani a piedi. 🙂
meglio ancora farli tutti a piedi sia in andata che ritorno, un po’ di allenamento non guasta. ;P

Non è quella “canonica” quella della superstizione e dell’acquisto del palazzo… ma sono interessanti 😉
Bellissima quella di Felicia del “prepararsi alla moglie” 😀
Per Emanuele: No problemi all’ascensore e nessuno lo aspetta al settimo piano 😉

Premetto che io non lo so così faccio delle domande… L’ascensore ha qualche problema tecnico? Oppure c’è qualcuno che lo aspetta al 7 piano?
Grazie!

Bah la butto lì.
Il signore si è comprato gli ultimi 3 piani del palazzo.Per sua abitudine entra dal piano inferiore(magari c’è il salone) e scende dall’ultimo dove ha la camera da letto (perchè va di fretta).
Non è sicuramente giusta,però potrebbe esser plausibile.
Mo mi vado a cercare la soluzione si google 🙂

Ciao zio!
io non la conosco… che cultura eh?
Provo a sparare la prime cavolatte, vediamo se anche gli altri hanno il corraggio!
Quando esce di casa, si ferma al primo piano per fare un piano di scale x darsi il tempo di “ripassare” la lista della spesa ;-))
Quando torna a casa, preferisce fare tre piani di scale per “prepararsi” mentalmente all’incontro con la moglie ;-))) (magari fa qualche esercizio di PNL – i pilastri del potere o altro…. hahaha!)
Ho un vicino, un signore di oltre 50 anni, che ogni volta che torna a casa si ferma al bar e prende un wisky prima di “affrontare” la moglie…. ha trovato l'”alternativa” agli esercizi di PNL ;-))
Felicia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *