HackNews.net
respirazione-respiro-sensore-Spire-recensione

La respirazione, che sia clavicolare, toracica, diaframmatica o addominale
è essenziale per la nostra vita
(se hai dei dubbi tappati bocca e naso per qualche minuto).
C’è chi ne fa un’arte come il pranayama dello yoga
(la cui conoscenza profonda ci fa evitare o praticare con molta MOLTA CAUTELA
pratiche come la respirazione olotropica, il rebirthing e molte altre).
Oggi la tecnologia ci offre uno strumento per monitorarla
che ci avverte quando siamo “stressati”.

 

Introduzione alla recensione del sensore della respirazione

Ciao nipotini, sono lo zio Hack di migliorati.org
e nel 1999 quando ho iniziato a fare questo “lavoro” (ovviamente ero praticamente un infante)
dopo la poppata… mi sono ripromesso di reinvestire una parte dei guadagni in ricerca e studio
…e quindi per i 10 anni successivi ci ho messo totalmente del mio 😉
ma oggi sono un ricco bastardo (ovvero ci metto del vostro 😉 o almeno la parte di voi che mi finanzia.
Siamo nell’era del QS Quantified Self , cioè dell’”uomo misurato” (l’uomo che si misura per conoscersi meglio)
dove sempre di più i sensori indossabili uniti ai computer ci dicono cosa fare 😉
si è avverata la predizione di molti film di fantascienza
dove i computer comandano il mondo e noi siamo i loro schiavi
(ma non esattamente come l’avevano previsto i film
ma in modo meno cruento e più intelligente,
come ci si poteva aspettare dai computer)
un po’ come delle mogli elettroniche (che però possiamo spegnere quando vogliamo)
(e NO, non recensirò oggetti sessuali… o forse sì, provate a chiedere nei commenti…)

Questa volta andremo a recensire un sensore molto particolare.
Ci sono molti sensori e App oggi che tracciano la HRV Heart Rate Variability
ovvero quanto il vostro cuoricino è stressato
(se volete ne recensisco qualcuno, provate a chiedere)
ma poche che monitorizzano la respirazione
altrettanto (forse più) importante, è un indicatore essenziale per l’essere umano.
Eccone una non disponibile ancora in Italia (ma potete ordinare dagli USA)
la prima cosa quando l’ho vista è stata… finirà in lavatrice, ho buttato i soldi nel cesso
(oh sì potrebbe finire anche lì)
poi giro di lato la bella scatola e c’è scritto che è lavabile in lavatrice
e qui si sono presi la prima stellina 😀 è ben fatta e ci hanno pensato, vuol dire che la usano.

Come prima cosa, si indossa il sensore sui pantaloni come faccio io adesso
(le donne possono anche posizionarlo al centro del reggiseno)
e lanciamo l’App dall’Iphone.
Il sensore è di tipo adattativo per cui risponde a movimenti più o meno ampi, adattandosi
e ha due funzioni:
una è il classico tracker di attività (tipo contapassi, cosa che fanno già i vostri cellulari)
e l’altra è proprio quella di tracciare la vostra respirazione

e, in base a come si muove, vi dice quando siete calmi, quando siete concentrati e quando stressati.

Questo è molto importante perché poi vi dà una panoramica della giornata,
infatti girando lo Smartphone, posso vedere i momenti durante la giornata (o la settimana o il mese),
in cui ero focalizzato, teso, calmo, in movimento e in attività.

C’è anche una pagina dove potete vedere un resoconto settimanale e il raggiungimento degli obiettivi,
che sono in base a quanti minuti di calma volete al giorno, quanti di attività e quanti di focalizzazione,
che si possono variare.
Questa è una parte interessante, perché senza di essa avrebbe poco senso usare questo sensore.

Poi ci sono vari esercizi guidati per meditare, energizzarsi, focalizzarsi e calmarsi
che hanno a che fare molto con la respirazione e in verità sono molto di base.
In più trovate il Tutorial che vi insegna ad usare questo strumento
e la parte tecnica, come quella che misura il livello della batteria, ecc.

Lo Spire in Italia non c’è ancora ma si può ordinare dal loro sito, pagando le tasse sull’importazione.

Voto

Il mio voto è di tre stelline.

I pro sono:

•    si lava in lavatrice perché è impermeabile
•    la durata della batteria (che dovrebbe durare una settimana ma più realisticamente dura circa 4 giorni)
•    è totalmente automatico (vi basta indossarlo e avrete il tracciamento automatico della vostra respirazione e di tutto il resto)

I contro sono:

•    come per tutte queste App, la Gamification (livello di interattività e coinvolgimento dell’utente) è molto basso
•    non ha badge o obiettivi progressivi (anche se l’obiettivo è regolabile, ad esempio 5000 passi oppure focus moderato)
•    non vi premia, manda soltanto i report quotidiani e settimanali solo sul display ma non via email, e questo è un altro limite
•    il costo alto (150 dollari più le spese di importazione)

Piccolo spazio pubblicità

La parte interessante è che vi permette di riprogrammare il vostro sistema di stress
e quindi di calmare la vostra risposta allo stress,
di calmare il vostro sistema simpatico (dello stress) abbassando il cortisolo quando serve.
Infatti, quando siete stressati, lo Spire vibra e vi avverte.

Per chi fa dei brevi rilassamenti quotidiani come me, il problema è che questa riprogrammazione non serve.

Lo Spire funziona (a differenza di altri strumenti che ci sono in giro che non funzionano), ma è solo per appassionati.

Inoltre, va detto che oggi ci sono in giro degli strumenti più semplici
e che costano 1/10 di questo prodotto, come i miei rilassamenti
presenti nel mio CA0 Hacking dell’Armonia Interiore,
chiamato  anche “Ripulisci la tua M.E.R.D.A.” (Memorie Emotive Radicate Dentro l’Anima).
Si tratta di rilassamenti sempre diversi da fare ogni giorno
e cambiano la vita delle persone in pochi giorni.

Inoltre, permettono una notevole risposta allo stress.

Conclusione

Se questa recensione ti è stata utile, metti “Mi piace” e condividi.

Ti ricordo quello che diceva Eraclito: “Il tempo è un gioco, giocato splendidamente dai bambini”,.
quindi giochiamo pure con questi strumenti che la tecnologia ci regala.
ma ricordiamoci che gli strumenti più potenti sono la nostra mente e come la usiamo.
Per questo motivo, ti invito ancora una volta a visionare il mio prodotto base sull’Hacking dell’Armonia Interiore.

Un abbraccio dallo zio Hack e continua a migliorare almeno un pochino ogni giorno .

 

 

Ultima modifica:

Condividilo con i tuoi amici:


2 Responses to “Respirazione: Recensione Sensore Stress Spire”

  • jimmi

    Molto interessante questo strumentino, se non avessi i relax di cao e cao1 che pratico regolarmente, l’avrei presa.
    Grazie per aver investito e recensito questo apparecchio, così da far risparmiare i soldini a noi 🙂

    Rispondi a jimmi
  • Alessia

    Molto interessante questa recensione. Non conoscevo questo prodotto ma credo che, utilizzato nella giusta maniera, possa avere la sua utilità. Molto interessante soprattutto la panoramica dei momenti di stress/relax/concentrazione e così via… credo che molti di noi sarebbero sorpresi nel vedere per esempio quante volte nell’arco di un settimana si lasciano che lo stress prenda il sopravvento. La vibrazione in questo senso può servire da promemoria/campanello d’allarme:” sei stressato… è il momento di ricorrere a una delle tecniche dello zio!😉”. A volte infatti, pur conoscendo benissimo le tecniche di rilascio dello zio hack, mi dimentico di ricorrere ad esse nei momenti in cui le emozioni negative mi travolgono.

    Rispondi a Alessia

E tu cosa ne pensi?